manutenzione parquet Archivi – Ristruttura Interni
  • +328 2883309
  • info@ristrutturainterni.com

Archivio dei tag manutenzione parquet

Suggerimenti per la cura del pavimento in legno

L’importanza della cura e manutenzione parquet

Il pavimento in parquet regala eleganza e stile ad un’abitazione. Sia che si tratti di un motivo geometrico, sia un motivo Chevron o di un intricato motivo a puzzle, questo caratteristico pavimento in legno richiede cura e manutenzione regolari per mantenere la sua bellezza.

Al fine di godere pienamente della bellezza del parquet è necessario pulirlo regolarmente, proprio come si farebbe con un qualsiasi altro pavimento.

Parquet: quando è necessario pulirlo?

Cura e manutenzione parquet

Una volta posato il pavimento, è necessario pulirlo accuratamente prima di calpestarlo per la prima volta. In questo modo si rimuove lo sporco e la polvere causati dalla posa in opera e si prepara così il pavimento per un utilizzo futuro.

Per pulire il parquet, sia oliato sia laccato, si devono utilizzare prodotti specifici da stendere con un panno umido, pulito e privo di lanugine, dopo che è stato ben strizzato.

Per locali commerciali e zone particolarmente soggette a calpestìo, come corridoi, cucine e zone giorno con accesso diretto all’esterno, è consigliabile un successivo trattamento con un olio per la cura delle superfici in legno.

Pavimento in parquet: la cura quotidiana

Il parquet, come altri legni duri, ha bisogno di cure regolari per rimuovere lo sporco, la polvere e le impurità che si accumulano quotidianamente. Dai peli di animali domestici al particolato trasportato dall’esterno, il pavimento raccoglie una varietà di detriti che è meglio rimuovere con l’aspirapolvere.

Quando pulisci il pavimento in parquet utilizzando l’aspirapolvere ti consigliamo di utilizzare sempre una spazzola con setole retrattili. In questo modo potrai evitare di rigare la superficie.

Se il tuo aspirapolvere non ha una spazzola con setole retrattili, puoi usare l’accessorio che monti almeno una spazzola morbida.

Sulle aree ad alto traffico, come ingressi e corridoi, potrebbe esser necessario passare l’aspirapolvere anche più di una volta al giorno.

Come pulire il parquet oltre con l’aspirapolvere?

L’aspirapolvere è un apparecchio molto utile per la cura del parquet ma puoi utilizzare anche altri strumenti per ottenere lo stesso risultato.

Ecco una lista di cose da fare e da evitare per la manutenzione del parquet.

  • Segui sempre le istruzioni consigliate dal produttore quando pulisci i pavimenti in parquet.
  • Come altri pavimenti in legno, il parquet può essere danneggiato da sostanze chimiche aggressive come candeggina ed ammoniaca: evita di utilizzare qualsiasi detergente acido ed abrasivo.
  • Un’altra soluzione è quella di inumidire leggermente il panno, senza uso di detergenti. Il pavimento in parquet non deve mai essere impregnato d’acqua o si danneggerà. Meglio usare una spugna che può essere strizzata, leggermente inumidita. Pulire il pavimento e lasciare asciugare bene, prima di risistemare tappeti e mobili.
  • Ti sconsigliamo di seguire i suggerimenti “non convenzionali” che trovi sul web come la pulizia con il tè nero!
  • In caso di sporco più ostinato, per una pulizia ed una cura regolare, è sufficiente utilizzare dei prodotti specifici diluiti con acqua. Si tratta di prodotti appositamente studiati per la pulizia del parquet, da stendere con un panno ben strizzato e che non lascia peli.

La manutenzione del parquet

La pulizia da sola non è sufficiente: prenderti cura del pavimento in parquet è fondamentale.

Indipendentemente dal fatto che il parquet presenta una finitura superficiale oliata o laccata, dovresti trattarlo periodicamente con i prodotti giusti.

  • Parquet oliato: ogni mese, dopo un lavaggio accurato ed approfondito, sul parquet oliato deve essere steso uno strato di cera mediante il mocio umido o uno straccio. Stendi la cera in maniera omogenea ed uniforme su tutta la superficie. In questo modo eviti la formazione di zone più scolorite a causa della mancata ceratura e zone dove un eccesso di cera provoca problemi di scivolamento.
  • Parquet verniciato: per la manutenzione di un pavimento in legno verniciato, consumato ed opacizzato, è sufficiente prima lavare bene e poi stendere una o due passate di cera liquida, la quale crea uno strato protettivo. Quest’ultimo generalmente crea un film con un’ottima resistenza ai graffi ed all’usura ed è anche auto-lucidante. Infine il parquet in legno verniciato va lucidato con un panno di lana o con una lucidatrice.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Come scegliere il parquet idoneo alla propria abitazione?

Suggerimenti per la cura del pavimento in legno

  • Quando si verificano perdite d’acqua, è importante asciugare immediatamente l’area al fine di ridurre la possibilità che si formino delle macchie. Rimuovi tutti i liquidi con un panno pulito o un tovagliolo di carta, tampona quanto più liquido possibile. Devi evitare che il liquido si insinui nel legno e nelle fughe, altrimenti potrebbero crearsi delle macchie che ti sarà difficile poi rimuovere. Più a lungo la macchia si fissa, più difficile sarà rimuoverla.
  • Puoi evitare il formarsi di graffi ed ammaccature sul pavimento posizionando dei piedini protettivi in feltro sotto i mobili.
  • Taglia le unghie al tuo animale domestico per ridurre al minimo i graffi.
  • Per evitare che lo sporco in eccesso e gli allergeni si insinuino sul pavimento, posiziona degli appositi tappetini alle porte d’ingresso.
  • Per mantenere il legno pulito e fresco, pulisci sempre a secco il parquet tra una passata di aspirapolvere e l’altra.
  • Qualsiasi tipo di pavimento, se esposto quotidianamente alla luce solare diretta, può sbiadire. Per questo è importante ombreggiare il più possibile il pavimento installando tende o persiane alle finestre.
  • Almeno una volta all’anno è consigliabile far pulire il parquet da un professionista specializzato, per ravvivarlo e riportarlo alla sua bellezza originale.

Cosa fare in caso di danneggiamento del parquet?

A volte piccoli sassolini sul fondo di una scarpa possono causare piccoli graffi sulla superficie del pavimento. Se quest’ultimi non sono troppo grandi, basta applicare un po’ di olio su un panno di cotone e strofinare sul graffio finché non è più visibile. Se il danno è significativo, c’è anche la possibilità di sostituire intere assi di legno, sebbene per questo lavoro è necessario l’intervento di un professionista.

Per mantenere il pavimento in parquet come nuovo, anche dopo anni di utilizzo, lo si può levigare, cosa impossibile da fare con altri tipi di rivestimento, come ad esempio il laminato.

Molti rivenditori specializzati e grandi negozi di ferramenta vendono o noleggiano attrezzature per la levigatura. Una volta completata l’operazione, il parquet tornerà a nuova vita!

Hai intenzione di mettere il parquet in casa? Contattaci e ti seguiremo nella scelta e nella posa.

1