comfort residenziale Archivi – Ristruttura Interni
  • +328 2883309
  • info@ristrutturainterni.com

Archivio dei tag comfort residenziale

Internet of things: quando la “rete” semplifica la vita in casa

Internet of things: quando la “rete” semplifica la vita in casa

Sembrava avveniristico solo qualche anno fa ed oggi, invece, fa parte del nostro quotidiano. E’ “l’intelligenza” degli apparecchi elettronici ed elettrici domestici che, grazie alla connessione ad Internet, diventano smart, cioè in grado di funzionare “autonomamente” (secondo le impostazioni date dall’utente) e di essere gestiti dallo smartphone o da un altro device.

L’ambito d’azione è davvero ampio: dai dispositivi per la sicurezza antieffrazione agli elettrodomestici, dalla climatizzazione all’illuminazione. L’IoT è tutto questo: un sistema di comunicazione utente-apparecchi-casa finalizzato ad offrire il massimo comfort ed una migliore gestione delle risorse energetiche. Proprio per questo il suo successo è in continua crescita.

L’intelligenza artificiale è particolarmente utile quando aiuta a semplificare un mondo complesso. E quale banco di prova migliore, se non la casa, con le sue mille sfaccettature e le infinite incombenze?

Rispetto a poco tempo fa, quando l’innovazione tecnologia domestica si traduceva esclusivamente in impianti domotici, che potevano apparire complessi, oggi la digitalizzazione si è, almeno in parte, semplificata: ogni elemento tecnologico può essere aggiornato e gestito tramite app dall’utente sia per facilitarne il controllo da remoto, sia per utilizzarlo come sentinella domestica e ricevere informazioni in tempo reale su eventuali malfunzionamenti e poter correre ai ripari, prima che sia troppo tardi. Senza escludere la possibilità d’inserimento in un sistema domotico.

Internet of things in futuro

L’acronimo di Internet of Things (l’Internet delle cose) è riferito al collegamento alla rete degli oggetti che diventano quindi intelligenti ed attivi, potendo sia comunicare con l’utente sia raccogliere informazioni utili al proprio funzionamento. Elettrodomestici, dispositivi per la sicurezza, sistemi per il riscaldamento, quando connessi, vengono definiti smart, intelligenti.

L’intelligenza artificiale è associata alla capacità di software ed hardware di tenere comportamenti tipici dell’intelligenza umana. Viene oggi presentata come una grande sfida tecnologica, su cui investono aziende come Apple, Amazon e Google.

L’innovazione dell’IoT potrebbe andare in due direzioni: permettere ai singoli elementi di produttori diversi di dialogare tra loro, in modo che l’utente possa intraprendere una gestione globale ed affinare le tecniche di protezione dei dati.

I disposizitivi IoT sono infatti più semplici da installare e più fruibili rispetto agli impianti domotici ma, a differenza di questi, non utilizzano protocolli chiusi. Quindi sono “potenzialmente” esposti.

Nei prossimi anni, la privacy giocherà un ruolo cruciale. Inoltre, stiamo entrando in un nuovo ciclo di vita degli oggetti intelligenti. Grazie all’Intelligenza Artificiale ed all’apprendimento profondo, questi dispositivi comprendono l’ambiente di riferimento, analizzano i contesti in cui vengono utilizzati e funzionano di conseguenza in modo automatico. Per esempio, le soluzioni security sono in grado di rilevare situazioni insolite e segnalarle immediatamente all’utente.

Gli oggetti smart non sono più solo connessi: forniscono nuovi servizi, possono essere utilizzati per diversi scopi ed offrono una migliore user-experience.

Utilizzo e diffusione dell’Internet of things: dagli elettrodomestici ai climatizzatori

La Smart Home è sempre più considerata  tra i consumatori italiani. La quota maggiore di mercato è legata alla sicurezza. Seguono gli Smart Home Speaker che, pur incidendo sul mercato per il solo 16% hanno trainato buona parte della crescita complessiva.

Il comparto elettrodomestici pesa per il 14% con le vendite guidate dalle lavatrici connesse.

Solo il 25% degli utenti che ha un elettrodomestico connesso ne usa le funzionalità smart.

Ad affascinare molti utenti è l’idea di gestire gli apparecchi di casa con un semplice clic sul telefonino, avendo così modo di sfruttare la rete e le potenzialità tecniche oggi disponibili. A tutti viene dunque offerta la possibilità di fruire di massimi livelli di comfort e di semplificare la quotidianità. Ogni casa deve avere la rete wi-fi. Se il router ha la funzione WPS, gli elettrodomestici si possono collegare automaticamente, altrimenti occorre farlo manualmente.

L’azienda Easydom ha sviluppato un software per la gestione domotica della casa. HoMe, capace non solo di permettere all’utente di tenere l’abitazione sotto controllo, ma anche di prendere decisioni in modo autonomo, seguendo le preferenze impostate dall’utente.

Easydom HoMe permette di avere un sistema di domotica personalizzabile ed intelligente, perché integra al suo interno la ricerca automatica dei dispositivi intelligenti che si trovano nell’abitazione (come un vero motore di ricerca all’interno della rete domestica) ed è in grado di riconoscere i dispositivi compatibili e gestirli direttamente ed unicamente da un unico software. Per esempio, può gestire e controllare in tempo reale i consumi energetici, fornendo una previsione dei costi.

Samsung ha realizzato invece Connected Living, un’app che combina Internet of Things, 5G ed Intelligenza Artificiale in diversi dispositivi. Dall’unificazione della propria app, SmartThings (che controlla e monitora i dispositivi compatibili con un’unica applicazione remota) e l’introduzione di SmartThings Cloud, l’ecosistema SmartThings di Samsung è cresciuto in modo significativo: il numero di utenti registrati è aumentato del 220% e quello delle installazioni dell’app del 61%.

Climatizzazione: ambito in cui vantaggi e funzionalità dell’IoT emergono con più evidenza

Attivare delle funzioni da remoto in modo da trovare, al rientro, l’atmosfera desiderata, risponde all’esigenza di un benessere indoor personalizzato, sensibili al risparmio energetico.

Con il sistema My Way di Cordivari, si può gestire il comfort domestico da una centralina che controlla tutti i radiatori della casa, grazie a teste termostatiche elettroniche wireless, le My Head, da sostituire alle teste termo stabilizzabili.

La centralina si connette via wifi al router di casa, per consentire la gestione dell’impianto anche attraverso lo smartphone. Dal punto di vista pratico, le teste My Head si applicano facilmente, senza dover ricorrere a collegamenti elettrici e consentono di ottimizzare il comfort di ciascuna zona o stanza, seguendo il programma impostato. Tra gli accessori previsti, la funzione Blocco Bambini che protegge da modifiche accidentali delle impostazioni e la funzione Pulizia Casa che, rilevando la presenza di una finestra aperta, sospende il normale funzionamento del riscaldamento, evitando sprechi. My Way, grazie alle sue potenzialità, può consentire di risparmiare fino al 30% sui consumi energetici del riscaldamento.

Le spese per l’acquisto dei dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli apparecchi per la climatizzazione sono detraibili al 65% (eco bonus valido fino al 31/12/2019).

Internet of things: sicurezza e comfort

La facilità di controllo a distanza degli ambienti e la possibilità di interagire da remoto risolvono egregiamente il bisogno crescente di garantirsi una massima protezione della casa. Spesso senza neanche modificarne l’impianto elettrico esistente.

Il dispositivo Velux Active si applica alle finestre sul tetto e, grazie ai suoi sensori che misurano il clima interno della stanza, mettendo in relazione quattro parametri (temperatura, umidità, concentrazione di anidride carbonica e luce), attiva apertura e chiusura del serramento. Tramite l’app, connessa al Cloud Netatmo, l’utente può controllare via smartphone. Il sistema è anche collegabile all’Apple HomeKit.

La possibilità di avere a disposizione uno spazio outdoor, grande o piccolo che sia, è una risorsa che può essere sfruttata al meglio con le attrezzature ad hoc e con i dispositivi progettati per la sicurezza della casa, come ad esempio, gli access point wifi di Vimar, creati per portare la rete Internet e la connettività al sistema domotico in tutta la casa anche dove il segnale del router è più debole. Dotato di due porte ethernet sul retro, funzionano come access point wifi, come repeater nonché come switch Ethernet. Grazie al pulsante frontale e ad un interruttore remoto collegato ai morsetti posteriori, è sempre possibili disattivare il segnale radio quando non serve o durante la notte.

1