Arredare casa con il Feng Shui – Ristruttura Interni
  • +328 2883309
  • info@ristrutturainterni.com

Arredare casa con il Feng Shui

Arredare casa con il Feng Shui

Realizzare la casa dei propri sogni non è un compito facile: ogni dettaglio, infatti, deve avere il suo perché, dall’architettura all’arredamento. Anche quest’ultimo, quindi, deve essere costruito secondo una precisa logica, a prescindere dallo stile prescelto.

Ma come fare per realizzare un arredo razionale, capace di coniugare funzionalità ed estetica?

Una risposta a questa domanda potrebbe consistere nell’optare per le regole del Feng Shui, un’antica arte taoista che prevede una precisa disposizione dei mobili e una rigorosa scelta dei colori per rendere la propria abitazione bella da vedere e, soprattutto, confortevole.

Curiosi di saperne di più? Scoprite allora i nostri consigli per arredare casa con il Feng Shui.

Regole sì, ma senza stress

Prima di scoprire come arredare casa con il Feng Shui, occorre fare una premessa: non esistono, in quest’arte, regole fisse e immutabili; al contrario, ci sono diverse scuole di pensiero che, pur differendo sotto molti punti di vista, sono accomunate da un’unica filosofia e cioè permettere ai proprietari della casa di scegliere liberamente ciò di cui hanno bisogno per sentirsi bene a casa propria.

Arredare casa con il Feng Shui: ingresso e zona living

Uno dei punti cardine del Feng Shui consiste nella ricerca di equilibrio, un’impressione che deve scaturire già non appena si varca la soglia di casa. Per questo, secondo le regole per arredare casa con il Feng Shui è necessario che l’ingresso sia sempre ben curato, prestando attenzione a mantenere la porta in ottime condizioni, in modo che anche il suo aspetto possa risultare sempre gradevole.

Anche dal punto di vista cromatico, il Feng Shui offre spunti molto interessanti: se la porta di ingresso è posizionata a nord si dovrebbero scegliere tonalità fredde; se a sud nuances calde; se a est optare per la palette del verde, mentre se a ovest prediligere bianchi o comunque toni chiarissimi. L’ingresso, inoltre, deve essere il più libero possibile, senza muri ad angolo o altri tipi di ostacoli.

Per quanto riguarda la zona living, in base al Feng Shui bisogna che sia un ambiente ben organizzato, in cui le finestre siano sempre pulite in modo da far penetrare il più possibile la luce naturale.

Una curiosità riguarda il camino: secondo le regole del Feng Shui, se nella zona living è presente questo elemento è sconsigliabile posizionarvi accanto un acquario, dal momento che Fuoco e Acqua sono due elementi naturali che potrebbero entrare in conflitto tra loro.

Arredare la casa con il Feng Shui: la sala da pranzo

Circa la sala da pranzo, secondo le regole per arredare casa con il Feng Shui andrebbe prediletto un tavolo rotondo oppure ovale rispetto a uno rettangolare, per favorire una migliore interazione fra i commensali.

Le sedie dovrebbero essere di uno stile coerente con quello del tavolo e garantire un comfort ottimale.

Il Feng Shui preferisce l’utilizzo di piatti rotondi perché quelli quadrati presentano un’energia più lenta, prossima all’elemento Terra.

Per quanto riguarda i colori, via libera a quelli caldi, come rosso, arancio o giallo, che stimolano l’appetito e mettono allegria.

Arredare casa con il Feng Shui: cucina e bagno

Consideriamo ora i dettami del Feng Shui rispetto a due stanze molto importanti della casa e cioè la cucina e il bagno.

Il primo ambiente dovrebbe essere pulito, luminoso, accogliente, perché si tratta di una stanza ricca di energie positive (proprio per questo motivo, secondo il Feng Shui, è controindicato ubicare la cucina nei pressi della porta d’ingresso, per evitare che le energie positive possano uscire dalla casa). È inoltre consigliabile arricchire la cucina con erbe aromatiche, che donano all’ambiente la freschezza e l’energia della natura.

Se si desidera arredare casa con il Feng Shui bisogna anche evitare l’accumulo di oggetti superflui – in cucina come nelle altre stanze – concentrandosi solo su ciò che è effettivamente necessario.

Anche per il bagno le parole chiave sono “equilibrio” e “armonia”. In base al Feng Shui, questo ambiente dovrebbe essere dedicato al comfort e al relax.

Per l’arredo del bagno gioca un ruolo fondamentale l’illuminazione e, a questo proposito, anche l’utilizzo di candele è fortemente raccomandato.

Via libera anche agli specchi, che in questa stanza hanno la funzione di amplificare le energie positive dell’elemento Acqua.

Arredare casa con il Feng Shui: la zona notte

Se volete scoprire come arredare casa con il Feng Shui, è molto importante che teniate a mente i suggerimenti che questa filosofia propone per l’arredo della zona notte, l’ambiente per eccellenza dedicato al riposo.

La prima regola per la camera da letto consiste nell’evitare ogni fonte di distrazione, dai dispositivi elettronici agli attrezzi per il fitness. Indispensabile è anche garantire la salubrità dell’aria, aprendo spesso le finestre e, se necessario, acquistando un purificatore.

In questa stanza, contrariamente al bagno, non sono consigliati gli specchi, perché rovinano l’armonia dell’ambiente.

Il letto, infine, dovrebbe essere posizionato il più possibile lontano dalla porta.

Anche per la cameretta dei bambini le raccomandazioni sono le stesse, con in aggiunta qualche dritta in più circa i colori, che dovrebbero essere scelti cercando di evitare un’eccessiva eccitazione, dannosa per i grandi come per i più piccoli.

Per arricchire l’ambiente, è possibile appendere i disegni dei bambini o delle foto di momenti piacevoli trascorsi in famiglia.

Questi consigli possono risultare utili anche per allestire la camera dei bambini mentre si è in attesa di un bebè.

Arredare casa con il Feng Shui: lo studio

Se si ha la fortuna di avere in casa propria una stanza in più da utilizzare come studio, secondo il Feng Shui è importante che sia ubicato lontano dalla camera da letto, che sia luminoso e salubre dal punto di vista della qualità dell’aria.

Anche per questo ambiente, il Feng Shui bandisce il disordine, che influisce negativamente sulla capacità di concentrazione.

Comments

comments

Giulia Bianchi

Classe 1988, mi sono laureata in Filosofia presso l'Università degli Studi di Milano e dal 2013 lavoro nel settore della comunicazione, specializzandomi come copywriter e ufficio stampa. Moglie e mamma di una splendida bambina, amo la natura e gli animali e coltivo diversi hobby e interessi, tra cui la passione per l'arredamento e l'interior design.