pareti Archivi – Ristruttura Interni
  • +328 2883309
  • info@ristrutturainterni.com

Archivio dei tag pareti

La boiserie: un tocco di classe che non passa mai di moda

Un tempo realizzata solo nelle dimore più prestigiose, oggi la boiserie è un elemento decorativo alla portata di tutti: le opzioni di scelta per quanto riguarda materiali e lavorazione, infatti, sono molteplici e la gamma di soluzioni è molto ampia e accessibile per qualunque tipo di budget.

Un po’ di storia

La boiserie nasce nel Medio Evo, nei castelli e nei palazzi dei nobili, con un duplice scopo: impreziosire l’arredamento da un lato e favorire l’isolamento termico dall’altro.

Non dimentichiamo che un tempo le grandi dimore erano estremamente fredde e umide e la notevole dimensione degli ambienti rendeva inevitabile la dispersione di calore. Ecco allora che utilizzando uno dei materiali naturali da sempre più utilizzati – e apprezzati – nell’edilizia, ossia il legno, iniziarono a essere lavorati pannelli per coprire le pareti, in modo da mantenere le stanze il più calde possibile.

Non a caso, le prime boiserie comparvero proprio negli ambienti in cui è necessario trattenere maggior calore, come le stanze da letto o gli spogliatoi. La nascita ufficiale della boiserie si fa risalire al XIV secolo, come elemento decorativo e funzionale delle dimore nobiliari francesi: da questo momento in poi, l’arte di rivestire le pareti con pannelli in legno si diffuse rapidamente in tutta Europa, trasformandosi nel corso del tempo sia per quanto riguarda gli stili sia rispetto alle tecniche di lavorazione.

Un classico: la boiserie in legno

Il legno è un materiale che trasmette calore, sia tecnicamente che a livello decorativo; per questo motivo, le prime boiserie furono realizzate interamente in legno e coprivano quasi per intero le pareti delle stanze.

Con il passare dei secoli, la lavorazione dei pannelli in legno si è fatta sempre più complessa e articolata: è dunque possibile ammirare dalle boiserie più “semplici”, con pannelli intarsiati a forma quadrata o rettangolare, a decorazioni estremamente complesse, finemente intagliate con motivi barocchi o in stile liberty. La boiserie in legno è molto apprezzata anche oggi, in declinazione moderna, e si caratterizza per linee semplici e sobrie, in grado di integrarsi perfettamente con uno stile contemporaneo ma comunque capaci di donare agli ambienti della casa un inequivocabile tocco di eleganza e raffinatezza.

Nelle abitazioni moderne, dotate di riscaldamento, la funzione isolante della boiserie può anche venire meno, a tutto vantaggio dell’aspetto decorativo. Di conseguenza, non c’è più bisogno di rivestire completamente le pareti, ma si può optare anche per una boiserie che ne copre solo la metà.

Una terza soluzione, molto interessante, consiste nel fare un mix, realizzando la boiserie a metà parete per tre lati della stanza e allestendola invece per intero nella parete rimanente, magari dove si trovano la porta, una nicchia o un passaggio aperto verso un altro ambiente.

Volendo, si può anche abbinare la boiserie in legno alla porta stessa, creando così un effetto all over di grande impatto estetico. Un’altra idea per un’applicazione contemporanea della boiserie in legno è il matchboarding, che consiste nella posa – verticale oppure orizzontale – di listelli di legno lunghi e stretti o, in alternativa, l’applicazione degli stessi listoni utilizzati per il parquet anche sulle pareti, dando così al rivestimento degli ambienti un’unica soluzione di continuità.

Boiserie per tutti i gusti

Le moderne boiserie, oltre a essere più decorative che funzionali, non si limitano ad arricchire ambienti come stanze da letto o spogliatoi, come un tempo; si può dunque ricorrere alla boiserie anche per impreziosire soggiorni, cucine, corridoi o addirittura bagni.

Anche il contesto in cui si applica la boiserie è cambiato nel corso della storia: se una volta questo tipo di decorazione era circoscritto perlopiù all’ambito residenziale (con eccezione, magari, di qualche museo o biblioteca) ai giorni nostri possono essere realizzate boiserie anche in uffici, enti pubblici, bar, ristoranti e alberghi, facendo così di questo elemento una delle decorazioni più versatili ed esteticamente apprezzate in assoluto.

Boiserie economica? Si può fare

Realizzare una boiserie in legno comporta senza dubbio un consistente investimento economico, sebbene i costi possano variare in relazione sia al tipo di legno utilizzato sia alla lavorazione dei pannelli.

Fortunatamente, oggi il settore edilizio offre ampia scelta rispetto ai materiali da utilizzare per l’arredamento domestico e, per chi non vuole una boiserie in legno, esistono numerose alternative. Una delle più semplici da realizzare consiste nella boiserie eseguita direttamente sul muro: è sufficiente applicare cornici in gesso oppure in polistirolo per definire la forma e il motivo della decorazione e passare poi una o più mani di smalto, ottenendo così lo stesso effetto estetico di una boiserie tradizionale ma con una spesa nettamente minore.

Lo smalto, inoltre, può essere pulito facilmente, perciò in caso di macchie sulla parete è sufficiente passare un panno o una spugna umidi e asciugare poi con uno straccio. Un altro materiale che può essere utilizzato per creare una boiserie è il gres porcellanato.

Oggi le piastrelle in gres effetto legno sono molto diffuse, poiché assicurano molti vantaggi: resistenza, facilità di pulizia, eccellente resa estetica, durabilità. Una boiserie moderna realizzata con listoni in gres effetto legno, pertanto, non avrà nulla da invidiare a una decorazione in vero legno e, inoltre, è più resistente, economica e si mantiene con maggiore facilità.

Boiserie moderna

50 sfumature di…boiserie

Qualsiasi materiale si utilizzi per realizzare una boiserie – legno, gres oppure smalto da applicare direttamente sul muro – non dobbiamo dimenticare che può essere verniciato del colore che preferiamo.

Generalmente, soprattutto se si tratta di boiserie che rivestono la metà inferiore della parete, una soluzione molto diffusa consiste nel creare un contrasto con la tonalità della metà superiore. Per esempio, in una stanza che ha soffitto e pareti bianchi si potrebbe optare per un colore acceso per la boiserie o viceversa. Per chi preferisce un ambiente più sobrio, invece, un’idea è dipingere la boiserie dello stesso colore delle pareti ma declinato in una tonalità più chiara o più scura.

Quale colore utilizzare per le pareti del soggiorno?

Quale colore utilizzare per le pareti del soggiorno?

Il soggiorno è una stanza ricca di arredi e personalità, un luogo in cui un intervento col colore può compromettere un’armonia in equilibrio.

Le possibilità sia di cromia sia di applicazione sono diverse e quindi si può trovare la soluzione che esalti e valorizzi la vostra idea di restyling del salotto.

E’ fondamentale iniziare la scelta del colore partendo dagli arredi presenti nella stanza.  

Si può scegliere un colore che crei un contrasto o un accordo secondo la palette scelta.

Il colore sarà anche lo sfondo su cui andranno a posizionarsi tutti gli oggetti che avete scelto per decorare le pareti. Solitamente le tinte scure esaltano le cornici, invece quelle chiare fanno emergere elementi come scaffali espositivi o applique.

Cambiare il colore delle pareti del soggiorno è una mossa vincente perché, affidandoti a ditte specializzate, come noi di Ristruttura Interni, puoi dare una nuova identità all’intera stanza senza dover cambiare l’intero soggiorno.

La scelta di un buon colore incide in modo significativo sulla qualità dello spazio

Per questo motivo è fondamentale rispettare delle regole ben precise. Vediamo quali sono i colori più gettonati ed adatti ad un soggiorno.

Il grigio

E’ uno dei migliori colori da sperimentare sulle pareti, scegliendo tra tutte le sfumature e varianti della palette. Dal punto più intenso a quello più chiaro, dall‘effetto mat alla velatura, questo colore per le pareti di casa renderà l’interior di qualsiasi stile un vero successo. 

Il grigio può essere anche abbinato al bianco creando una combinazione senza tempo adatta sia agli spazi moderni che a quelli dal gusto più classico.

Il bordeaux

Una tonalità calda ed avvolgente che tuttavia non rinuncia alla particolarità e risulta perfetta per vestire casa secondo le tendenze del momento. Un colore adatto per l’abbinamento con la pietra e con effetti cemento moderni. Esso ravviverà sapientemente un arredamento deciso anche in contrasto cromatico. 

Il rosso

Un altro colore molto efficace che apporta allo spazio una grande energia e consente di valorizzare i mobili bianchi ed i complementi dalle tonalità neutre. Utilizzando un tono diverso, generalmente il bianco, per il soffitto della vostra stanza, dilaterete visivamente l’intero spazio.

Il verde lime

Vivace e perfetto in tutte le stagioni, il verde lime si posiziona tra i primissimi posti nella classifica dei principali colori per la parete del momento. Perfetto per ambienti in stile contemporaneo ma anche per quelli minimali o dal gusto nordico.

Se vivete in un luogo caldo e la vostra stanza ha una buona luce naturale potete optare per un fresco tocco tropicale realizzando così un muro in verde lime.

Il tortora

Un colore per parete che si riconferma vero must tra le tinte delle pareti di casa.

Versatile ed ideale con tutti i tipi di stile d’arredo: dal moderno al rustico, dal nordico al minimale.

L’arancione

Una sferzata di arancione per pareti di tendenza che riscaldano l’atmosfera di casa sfruttando le sfumature di colori autunnali. 

Il rosa

Siete amanti dello stile scandinavo? Non trascurate il rosa pastello come colore  adatto per le pareti della casa romantica e girlish.  Accogliente e rilassante, ideale soprattutto per ambienti dedicati non solo al riposo, come, appunto la camera da letto.

Il petrolio

Particolarmente in auge tra i migliori colori per pareti del momento.

Dalla sua variante più scura e fascinosa a quella più leggera, si tratta di una tinta che si sposerà bene con un interior design in stile modern-classic e che impiegherà  tessuti sontuosi come il velluto e metalli preziosi, quali dettagli decorativi.

Il beige

Un buon metodo per ingrandire il vostro piccolo spazio è lavorare sulla sovrapposizione di textures e contro-pareti. In questo caso, il tono neutro del beige e la parete in legno, non solo creano un effetto di dinamicità senza occupare spazio, ma soprattutto, rendono la stanza molto calda ed accogliente.

Il bianco

Siete legati al colore neutro per eccellenza? Allora osate un look monocromatico che interessi l’intera stanza: dai pavimenti, alle pareti, passando per mobili e  tende. Otterrete, in questo modo, uno spazio ampio, fresco e luminoso.

Hai intenzione di rinnovare con stile il tuo soggiorno valorizzandone al meglio l’interior design? Contattaci e ti forniremo la giusta soluzione!

1