arredamento Archivi – Ristruttura Interni
  • +328 2883309
  • info@ristrutturainterni.com

Archivio dei tag arredamento

Idee per valorizzare il sottoscala

Il concetto di funzionalità, in architettura e design, è estremamente importante: l’ottimizzazione degli spazi, infatti, consente un migliore comfort abitativo, permette di sistemare con maggiore organizzazione gli oggetti in casa e ha anche un’indiscussa valenza estetica.

Se nella vostra abitazione è presente una scala, è possibile sfruttare lo spazio sottostante in molti modi originali.

Scopriamo allora alcune interessanti idee per valorizzare il sottoscala indipendentemente dal contesto d’arredo in cui è inserito.

Idee per valorizzare il sottoscala: la libreria

Tra le idee per valorizzare il sottoscala più gettonate, realizzare una libreria rappresenta senz’altro una scelta vincente dal punto di vista sia dell’estetica che della funzionalità.

Le opzioni possibili possono essere numerose, dall’installazione di semplici mensole alla creazione di una struttura più complessa, magari dotata anche di pannelli scorrevoli che possono chiudere spazi destinati all’archiviazione di altri oggetti, dal momento che di solito in questi casi si preferisce tenere i libri in bella mostra.

Idee per valorizzare il sottoscala: la credenza

Un’altra idea interessante per valorizzare il sottoscala consiste nell’adibirlo a credenza, una soluzione valida soprattutto se il sottoscala si affaccia sulla cucina.

Anche in questo caso, montare alcune mensole è un modo semplice e veloce per sistemare piatti e altri oggetti e utensili, senza sovraffollare la cucina ma al tempo stesso creando un angolo di grande carattere.

Idee per valorizzare il sottoscala in soggiorno

Se la parete del sottoscala fa parte del soggiorno, esistono molti modi per valorizzarlo.

Tra gli spunti più originali, per esempio, figura la possibilità di allestire la parete in questione in modo diverso rispetto alle altre della stanza, come può essere con un rivestimento in pietra o in mattoni.

Quanto a come impreziosirla, le opzioni sono molteplici: è possibile sistemarvi un mobile, montare delle mensole, creare un angolo dedicato al verde, appendervi dei quadri o, se la disposizione del soggiorno lo consente, la TV.

Idee per valorizzare il sottoscala trasformandolo in armadio

Diciamoci la verità: quante volte ci siamo detti che ci occorrerebbe più spazio di archiviazione in casa?

Il problema, per inciso, non riguarda soltanto le abitazioni di piccole dimensioni, ma anche quelle più spaziose, dove però, come in tutte le case, gli oggetti si accumulano nel corso degli anni e, di conseguenza, se non si desidera fare un bel repulisti e gettarne via un bel po’ – operazione non sempre facile, soprattutto se sono legati a cari ricordi – in breve tempo non ci sarà più un posto dove metterli.

E se anche gli armadi più grandi arrivano solo fino a un certo punto di capienza, una soluzione valida può essere sfruttare proprio il sottoscala allestendovi un armadio. Si tratta di un espediente particolarmente efficace soprattutto se il sottoscala si trova in ingresso: in questo caso, infatti, può fungere da armadio ma anche da comodo ripostiglio.

Idee per valorizzare il sottoscala: la cassettiera

Un’alternativa all’armadio per valorizzare il sottoscala consiste nel realizzarvi una cassettiera; in questo caso, il sottoscala, più che un armadio dove riporre i vestiti, può configurarsi come uno spazio di archiviazione per carte, documenti e altro materiale “da ufficio” che altrimenti non si saprebbe dove collocare.

Idee per valorizzare il sottoscala sistemando una scrivania

Nella vostra casa non c’è una stanza da adibire a studio? Niente paura: potreste sempre sistemare computer e scrivania nel sottoscala.

Un’idea non solo originale, ma molto funzionale, che permette di sfruttare questo spazio senza appesantirlo eccessivamente e, in più, donando all’ambiente carattere e personalità.

Idee per valorizzare il sottoscala chiuso

Abbiamo finora considerato idee per valorizzare il sottoscala aperto; ma che dire nel caso fosse chiuso? Anche in questo frangente, le soluzioni per creare una composizione d’arredo originale e funzionale non mancano: per esempio, potreste appendervi dei piatti, che offrono colore e brio all’ambiente, oppure sistemarvi comunque delle mensole, dove riporre libri, vasi e altri oggetti. Un altro spunto utile potrebbe essere appendervi dei quadri, anche di diverse dimensioni, tappeti o arazzi.

Idee per valorizzare il sottoscala: tante soluzioni di design per tutte le esigenze

Tra le idee per valorizzare il sottoscala non bisogna dimenticare le soluzioni di design, che possono andare dalla creazione di un angolo dedicato al verde e al relax proprio all’interno di questo spazio – per esempio allestendovi un piccolo giardino giapponese, un acquario oppure una piccola cascata – alla realizzazione di un bar domestico, completo di bancone e di mensole o sportelli per riporre i liquori o di una piccola sauna.

Altre idee originali consistono nel realizzare una cantina proprio nel sottoscala, dotata di diversi vani portabottiglie oppure nell’allestire in questo spazio una cuccia o comunque un rifugio simpatico e confortevole per i nostri amici a quattro zampe.

Idee salvaspazio per arredare un soggiorno piccolo

Casa piccola? Nessun problema!

Con l’aiuto di architetti, interior designer o, se si preferisce, lasciando a briglia sciolta la propria creatività, anche gli spazi di dimensioni più modeste possono essere funzionali e, al tempo stesso, appagare il gusto estetico di chi vi abita.

Oggi considereremo alcune interessanti idee salvaspazio per arredare un soggiorno piccolo, trasformandolo in un ambiente caldo, accogliente e dove non manchi nulla.

Idee salvaspazio per arredare un soggiorno piccolo: creare un soppalco

Spazi piccoli ma altezze importanti? Una conformazione che potrebbe risultare molto interessante per realizzare un arredamento originale senza perdere in funzionalità.

Se si ha a disposizione un’altezza di almeno 3,80 metri, infatti, è possibile aumentare la superficie calpestabile dell’ambiente attraverso un soppalco.

Si tratta di una soluzione comoda, pratica e gradevole dal punto di vista estetico: per esempio, potreste sistemare divano e poltrona sotto il soppalco e sopra allestire una libreria.

Qualche pianta verde a rallegrare l’ambiente…et voilà! Il gioco è fatto!

Idee salvaspazio per arredare un soggiorno piccolo: less is more

Quando gli ambienti sono di piccole dimensioni, è molto importante aver cura di non sovraffollarli di oggetti, che ridurrebbero ulteriormente lo spazio a disposizione.

In questo caso, optare per un arredamento minimal rappresenta la scelta migliore: pochi elementi, ma di qualità, saranno in grado di valorizzare lo spazio e di imprimergli una spiccata personalità.

Idee salvaspazio per arredare un soggiorno piccolo: e luce sia!

Tra le idee salvaspazio per arredare un soggiorno piccolo non poteva mancare una regola di base: aumentare la luminosità.

Come farlo? Ci sono molti modi. Il più semplice consiste nello studiare con attenzione dove collocare i punti luce, che possono fare la differenza in uno spazio di piccole dimensioni, facendolo apparire molto più grande di quanto sia nella realtà.

Molto importanti sono anche le finestre e, nel caso abbiate in mente di ristrutturare casa, potreste valutare se è possibile aumentarne il numero o la dimensione.

Un altro consiglio per un soggiorno più luminoso è di eliminare – ove possibile – eventuali elementi architettonici che contribuiscono a creare punti bui, come pilastri e colonne.

Idee salvaspazio per arredare un soggiorno piccolo: i colori delle pareti

Un altro fattore fondamentale per far sembrare più grande – e, dunque, meno angusto – un soggiorno piccolo è il colore delle pareti.

Sicuramente, tonalità come un rosso pompeiano, un melanzana o, addirittura, un nero rendono l’ambiente molto originale, ma il prezzo da pagare è molto spesso una sensazione di claustrofobia, specie se gli spazi sono davvero ridotti.

Per questo, nel caso di un soggiorno piccolo, è consigliabile optare per una palette di colori chiari, dal classico bianco al beige, fino al grigio perla o al sabbia.

E se proprio non volete rinunciare a un tocco più acceso, potreste dipingere di un colore più vivace una sola parete (magari quella che riceve più luce) o rivestirla con una carta da parati dalla fantasia originale.

Idee salvaspazio per arredare un soggiorno piccolo: utilizzare gli specchi

Gli specchi rappresentano un altro ottimo espediente per aumentare l’impressione di grandezza dello spazio, molto importante nel caso di un soggiorno di piccole dimensioni.

E se generalmente si pensa di collocare uno specchio in ambienti come l’ingresso, per potersi dare uno sguardo veloce e controllare di essere in ordine prima di uscire, oppure la camera da letto, in realtà con un pizzico di fantasia anche in soggiorno lo specchio può essere un elemento valorizzante.

Oggi in commercio è possibile trovare prodotti per tutti i gusti e le esigenze, ma vi basterà optare per un modello con una cornice originale per dare quel tocco di carattere in più all’ambiente e, nel contempo, contribuire a farlo apparire più ampio e spazioso.

Idee salvaspazio per arredare un soggiorno piccolo: la scelta delle tende

Quando si è in cerca di idee salvaspazio per arredare un soggiorno piccolo è importante non trascurare alcun dettaglio. Per questo occorre prestare attenzione anche alla scelta delle tende, un complemento d’arredo che, in molti casi, può fare davvero la differenza per definire il look di un ambiente.

Per un soggiorno piccolo, il suggerimento è quello di scegliere tende molto lunghe, che arrivano fino al soffitto, in modo da offrire la percezione di uno spazio più ampio, soprattutto se le pareti non hanno una grande altezza.

Idee salvaspazio per arredare un soggiorno piccolo: sì alle porte scorrevoli

Le porte scorrevoli sono l’ideale per gli spazi piccoli, perché consentono di dividere i diversi ambienti senza occupare troppo spazio.

Il discorso vale, naturalmente, anche per il soggiorno che nelle case di dimensioni ridotte si affaccia spesso sulla cucina, una soluzione che, tuttavia, alcuni non amano. Per dividere queste due stanze, un’ottima idea è quella di optare proprio per una porta scorrevole, che consentirà di espletare questa funzione senza togliere preziosi metri quadrati.

Il segreto? Scegliete una porta particolare, che si intoni al resto dell’arredamento: oltre a essere un elemento funzionale, diventerà anche parte integrante dell’arredo, contribuendo a creare calore e atmosfera all’ambiente.

Idee salvaspazio per arredare un soggiorno piccolo: mobili modulari

Oggi, fortunatamente, non esistono più solo mobili massicci e ingombranti, magari perfetti per un’abitazione dove c’è tanto spazio a disposizione ma assolutamente inadatti per una casa piccola.

Per arredare un soggiorno di dimensioni ridotte è molto meglio optare per mobili modulari, che possono essere sistemati a seconda delle proprie esigenze.

Un divano modulare, per esempio, permette di creare la composizione più adatta allo spazio a disposizione, riuscendo così a guadagnare metri quadri dove possono essere collocati altri oggetti.

Oltre ai divani, in commercio esistono molti altri mobili per soggiorno in versione modulare, che consentono di organizzare lo spazio disponibile in modo pratico e razionale, per un soggiorno piccolo sì, ma ordinato e dove non manca nulla.

Idee per il soffitto con le travi a vista

Le travi a vista sono un elemento architettonico che permette di valorizzare diversi ambienti della casa, indipendentemente dallo stile d’arredo prescelto. Ecco allora alcune idee per il soffitto con le travi a vista alle quali ispirarvi per offrire un tocco di rusticità alla vostra casa pur conservandone la sua personalità.

Idee per il soffitto con le travi a vista: quali case sono più adatte?

Siete innamorati delle travi a vista ma pensate che vadano bene solo in campagna? Niente paura: come confermano gli interior designer più esperti, le travi a vista donano originalità e stile a ogni tipo di abitazione, che si tratti di un appartamento in città o di una casa circondata dal verde. Questo elemento architettonico, inoltre, è molto utilizzato anche nelle residenze in riva al mare.

Non esiste, dunque, un tipo di case più adatte di altre per realizzare delle travi a vista ma in qualsiasi abitazione esse rappresentano un valore aggiunto, contribuendo a creare un’atmosfera sofisticata ma allo stesso tempo molto accogliente.

Le travi a vista in cucina

Se siete in cerca di idee per il soffitto con le travi a vista una soluzione che potete valutare consiste nel valorizzare, tramite questo elemento, la vostra cucina.

In particolare, se l’ambiente è di dimensioni abbastanza grandi, le travi a vista aggiungeranno rusticità, rendendo la stanza calda e accogliente, a prescindere che sia arredata con un mobilio che si ispira alle cucine di una volta oppure che si opti per un arredo moderno, arricchito da elementi spesso utilizzati nel design contemporaneo, come vetro e acciaio.

Le travi a vista sono tutte uguali?

Nel momento in cui si cercano idee per il soffitto con le travi a vista è bene tenere presente che non tutte le travi a vista sono uguali.

Sia per quanto riguarda la disposizione sia rispetto al colore, infatti, le travi a vista possono essere personalizzate a seconda delle proprie esigenze d’arredo: si possono avere travi a vista incrociate e disposte a formare dei triangoli oppure semplici linee rette; ci sono travi in legno grezzo, altre verniciate, persino sbiancate.

Insomma, le travi a vista sono un elemento architettonico davvero versatile, che offre un’ampia gamma di soluzioni, adattandosi a ogni contesto.

Idee per il soffitto con le travi a vista in camera da letto

La stanza da letto è uno degli ambienti della casa che più si adegua alla presenza delle travi a vista, anche perché in alcuni casi questo locale si trova proprio nella parte spiovente del sottotetto. 

Contrariamente a quanto possa sembrare, le travi a vista non appesantiscono né “abbassano” l’ambiente – rendendolo così più angusto – ma al contrario restituiscono un’impressione di leggerezza, conferendo anche eleganza e gusto alla stanza.

Anche nel caso delle travi a vista in camera da letto, vale il principio della versatilità, perché questo elemento si sposa perfettamente sia con un arredamento di ispirazione moderna che con un mobilio dal gusto più classico.

Le travi a vista in soggiorno

Tra le idee per il soffitto con le travi a vista non si poteva proprio evitare di includere spunti che riguardano una delle stanze più importanti della casa: il soggiorno. Che si tratti di un locale a parte o di un living che include anche una cucina a vista, abbracciando in un unico, grande spazio ambienti diversi, le travi a vista rappresentano un elemento in grado di impreziosire ogni contesto.

Disposte parallelamente l’una all’altra sul soffitto, le travi a vista creano un piacevole contrasto o, a seconda dei colori del mobilio, offrono una soluzione di continuità con altri oggetti presenti all’interno della stanza, come librerie, divani, tavoli e tavolini, scrivanie e sécretaire.

Se nel vostro soggiorno è presente un camino, poi, le travi a vista saranno perfette per valorizzare quell’angolo del locale, contribuendo a creare un’atmosfera piacevole e accogliente.

Idee per il soffitto con le travi a vista in sala da pranzo

Come abbiamo visto, le travi a vista offrono valore aggiunto alla zona living: soggiorno, cucina, ma anche sala da pranzo, sia questa inclusa in un unico ambiente o, viceversa, si trovi in una stanza a parte.

Immaginate voi e i vostri ospiti riuniti attorno al desco, mentre sul soffitto si stagliano, in tutta la loro bellezza ed eleganza, delle travi a vista: magico, non siete d’accordo?

Corridoi con travi a vista: una soluzione originale e d’effetto

Le travi a vista non valorizzano solo le stanze più importanti della casa, ma anche gli angoli solitamente considerati solo di passaggio, come per esempio ingressi e corridoi.

A proposito di questi ultimi, in particolare, con un pizzico di fantasia e creatività si possono creare soluzioni davvero interessanti. Se il corridoio è abbastanza largo, per esempio, potete sistemarvi una panca da un lato e alcune mensole o, addirittura, una libreria non troppo profonda dall’altro, realizzando così un piacevole angolo di lettura. Completate il tutto con delle travi a vista sul soffitto…et voilà! Con pochi elementi sarete riusciti a impreziosire la vostra casa di una piccola oasi di relax.

Travi a vista legno su legno

Quando si pensa a idee per il soffitto con le travi a vista ci si immagina queste ultime come assi in legno che creano un contrasto con il muro del soffitto oppure, nel caso delle travi incrociate, come una struttura aerea leggera ma al tempo stesso imponente.

Esiste tuttavia una terza soluzione, che finora non abbiamo ancora considerato e cioè le travi che spiccano su un soffitto anch’esso in legno. In questo caso ci sono due opzioni: mantenere le travi che fanno spessore dello stesso colore dei listoni di legno del soffitto oppure verniciarle di un’altra tonalità, creando così un piacevole contrasto cromatico ma al tempo stesso mantenendo coerenza e omogeneità dal punto di vista del materiale.

Classico e moderno: un mix per donare stile e personalità alla tua casa

Uno dei grandi vantaggi della nostra epoca consiste nella possibilità di scegliere per la nostra casa lo stile che più ci rappresenta. Ma non solo. È anche possibile mischiare gli stili, donando così alla propria abitazione una personalità unica.

Una delle scelte più in voga, per esempio, consiste nel mixare due stili apparentemente antitetici, ossia classico e moderno. A dispetto di chi pensa che una modanatura finemente lavorata non si abbini per nulla a un leggero tavolo in vetro, l’accostamento tra classico e moderno può generare un risultato finale sorprendente.

Le caratteristiche dello stile moderno

Prima di offrire qualche esempio concreto di come si può arredare la propria casa mixando elementi classici con altri moderni, è bene considerare quelli che sono i capisaldi dell’uno e dell’altro stile.

In particolare, lo stile moderno si distingue per:

  • Il minimalismo. La parola d’ordine per una casa in stile moderno è: less is more, il che si traduce nell’invito a decorare la propria abitazione con pochi pezzi, ma di alta qualità. In una casa moderna si prediligono forme pure e linee rette, per un’eleganza sobria e mai chiassosa;
  • Una palette cromatica decisa ma mai audace. Non è raro trovare nelle case moderne tinte forti, come nero, ocra, grigio antracite o altri colori decisi; ciò non deve comunque essere scambiato per audacia ma piuttosto per l’esigenza di valorizzare, attraverso il colore, un mobilio particolarmente raffinato e dal design ricercato. In altri contesti, invece, si preferisce puntare sulle tinte chiare, dal total white alle tonalità pastello, sobrie e luminose;
  • Funzionalità. In ogni tipo di abitazione, a prescindere dallo stile con il quale si sceglie di arredarla, bisognerebbe pensare prima di tutto alla funzionalità, in modo da massimizzare il comfort abitativo. Nello stile moderno questa esigenza è ancora più sentita: ponendo l’accento sulla qualità piuttosto che sulla quantità, mobili e altri elementi d’arredo, oltre ad appagare l’estetica dei proprietari, devono poter essere funzionali al massimo, per una casa bella da vedere e comoda da abitare;
  • La luce. Si tratta di uno degli elementi più importanti, soprattutto nelle case moderne, progettate per sfruttare al meglio la luce naturale. Anche un’intelligente illuminazione, però, gioca un ruolo fondamentale: lampadari di design o pratici faretti a LED possono essere utilizzati non solo, semplicemente, per far luce, ma anche per enfatizzare particolari decorativi, come per esempio l’isola centrale in cucina oppure quadri e fotografie appesi alle pareti. Sempre con l’obiettivo di donare luminosità alla casa, lo stile moderno dà particolare valore alla trasparenza, con superfici in vetro che possono essere applicate in diversi ambienti, offrendo eleganza e leggerezza.

Le caratteristiche dello stile classico

Come per lo stile moderno, anche quello classico ha dei tratti distintivi, che possono riassumersi in:

  • Utilizzo di legno pregiato. Il legno è uno dei materiali naturali più versatili, da sempre utilizzato non solo a livello strutturale ma anche per le decorazioni interne. Nelle case classiche, non mancano mai mobili in legno massello, importanti e capaci di donare carattere e personalità a tutte le stanze della casa;
  • Rivestimenti, boiserie e modanature. Un’altra caratteristica dello stile classico è l’abbondanza, che si esprime anche nel diffuso ricorso a rivestimenti, raffinate boiserie e modanature. Elementi che rendono gli ambienti sfarzosi e prestigiosi, degni di una dimora patrizia;
  • Colori caldi. Se il diktat che caratterizza lo stile moderno è: less is more, l’espressione che più rispecchia lo stile classico è: more is more! In un contesto generoso in forme e decorazioni, i colori freddi non sono ammessi: via libera, invece, a tonalità calde, in grado di rendere l’atmosfera ancora più accogliente e invitante. Per le pareti, un’alternativa molto usata per le case classiche consiste nell’utilizzo della carta da parati, magari con delicati motivi floreali;
  • Tessili e complementi d’arredo importanti. In una casa in stile classico tappeti, tende, cuscini e, in generale, i tessili fanno la parte del leone. Seta, velluto o cotone pregiato, nella declinazione cromatica del classico rosso oppure con fantasie floreali impreziosiscono l’arredamento classico, arricchendo ulteriormente gli ambienti. In una casa in stile classico spesso si esprime anche una forte passione per l’arte, con quadri dalle cornici riccamente decorate che abbelliscono le pareti delle stanze.

Come fare un mix tra classico e moderno

Per mixare stile classico e moderno non esistono regole fisse: bisogna seguire il proprio gusto e l’ispirazione del momento. A patto, naturalmente, di trovare un equilibrio tra i due stili.

Per il soggiorno, per esempio, si potrebbe ricorrere allo stile classico per l’utilizzo della carta da parati, per il divano e per la libreria, accostando invece un tavolino da caffè semplice e sobrio, tipicamente moderno. Il tutto accompagnato da un’illuminazione dal design contemporaneo. Il risultato finale sarà un ambiente ricco e decorato, ma smorzato dagli elementi moderni.

Un’altra stanza dove è possibile giocare tra stile classico e moderno è lo studio, dove accanto a una scrivania in legno massiccio e a pareti impreziosite da cornici classiche, si possono accostare una poltrona in pelle e un tappeto in stile moderno, creando così un piacevole contrasto che regalerà carattere e personalità alla stanza.

Anche nelle camere da letto si possono mischiare elementi classici e moderni, come uno sfarzoso letto a baldacchino accostato invece a un armadio dalle linee semplici e sobrie o, ancora, una toletta classica e un letto invece dal design più semplice. Come nella zona living, inoltre, anche nelle camere da letto si può ricorrere alla boiserie come elemento decorativo.

Persino in bagno il mix tra classico e moderno può dar vita a effetti sorprendenti: un vecchio specchio dalla cornice importante può integrarsi perfettamente con un mobilio dalle linee semplici e pulite e da soprammobili di gusto tradizionale.

come-arredare-salotto

Come arredare il salotto

Il salotto è l’ambiente pubblico della nostra casa, raffigura quello che siamo e quello che vorremmo essere, per questo è importante sapere come arredare il salotto.

Arredare questo ambiente non è facile perché il soggiorno ha diverse funzioni. Abbiamo visto che per una buona percentuale di Italiani è diventato anche il proprio ufficio.

Creare angolo conversazione
immagine presa da: “www.pinterest.com”

Il soggiorno è spesso caratterizzato da comodi divani dove chiacchierare, dormicchiare, rilassarsi, giocare con i figli e guardare la televisione. Il divano rappresenta un oggetto centrale nell’arredamento di un salotto.

Quando si parla di arredare il salotto non si può dimenticare la televisione, che è un elemento che non manca mai nel salotto. Per evitare che la televisione diventi l’elemento centrale della stanza è consigliato inserirlo in una nicchia della libreria cosi da farlo confondere con gli altri oggetti.

Vediamo nel dettaglio come arredare il salotto

La metratura delle case è sempre minore perciò il salotto è spesso ristretto. Non cedete alla tentazione di acquistare un divano imponente, inoltre evita di orientare il divano verso la televisione, meglio posizionarlo in modo da favorire la conversazione.

angolo conversazione
immagine presa da: “www.pinterest.com”

La classica poltrona per intenderci quella dei nostri nonni è fuori uso, è consigliabile usare due poltroncine che sono più facili da spostare per creare piacevoli angoli di conversazione con i nostri ospiti, ma anche con i nostri famigliari.

La camera per gli ospiti non esiste più, per ricavare un posto letto per gli ospiti oggi si opta per il divano letto. Una volta la scelta del divano letto era difficile perché bisognava privilegiare la bellezza o la comodità, adesso la scelta è più facile perché si è raggiunto un buon equilibrio tra comodità e bellezza. Non illuderti troppo il divano letto rimane sempre un compromesso perciò è un po scomodo rispetto al divano tradizionale.

Credo proprio che il tuo divano sia rivolto verso la televisione e quest’ultima è l’elemento centrale del tuo salotto, anche tu come me hai nel soggiorno un divano letto?

Lascia la tua opinione nei commenti, aiutami ad approfondire questo tema.

1