Consolle Bagno: guida all'acquisto della miglior soluzione
  • +328 2883309
  • info@ristrutturainterni.com

Consolle bagno, la soluzione ideale per il tuo bagno

Consolle bagno, la soluzione ideale per il tuo bagno

Consolle bagno, la soluzione ideale per il tuo bagno

Hai un bagno di piccole dimensioni e devi scegliere il lavabo? Non sempre si tratta di una scelta facile, soprattutto se vuoi mantenere lo stile della casa preservando i vari spazi a disposizione.

Scopri quale potrebbe essere la soluzione migliore.

Consigli utili su come scegliere la consolle bagno

La consolle bagno è costituita da un grande lavabo in ceramica, ideato per conciliare il bello con il massimo della funzionalità. Solitamente ai lati del lavabo ci sono due ampie ali laterali ideali per poggiare quei piccoli oggetti ed accessori sempre presenti in un bagno.

Si tratta di una soluzione molto elegante ma anche molto pratica e funzionale. Costituita da un corpo unico e senza giunzioni, realizzato interamente con lo stesso materiale che ne facilita così la pulizia.

Spesso la consolle viene incassata in un mobile da bagno ma può benissimo essere montata sospesa a parete.

Alcune soluzioni di design suggeriscono consolle bagno aventi una struttura sottostante con due o quattro gambe di sostegno. In questo caso lo spazio tra la consolle ed il pavimento è normalmente aperto, anche se alcuni modelli presentano un ripiano o una cassettiera a vista.

Una consolle per il bagno montata sospesa oppure autoportante ha un aspetto più aperto rispetto a un lavabo a colonna o uno da incasso. Essa consente di sfruttare lo spazio sotto il lavandino per mettere armadietti, ripiani, cassettiere o portasciugamani utili per riporre oggetti ed accessori.

Si tratta di un oggetto di design, con l’impianto idraulico a vista e l’elegante struttura con le gambe di sostegno.

Le consolle hanno inoltre una superficie d’appoggio che offre più spazio rispetto ai lavabi tradizionali a colonna.

Quali sono i pro ed i contro di una consolle bagno?

Una consolle bagno offre i seguenti vantaggi:

  • Ampio spazio sul top, perché le misure sono extra. La ciotola del lavandino è ampia e le ali laterali evitano gli schizzi d’acqua a terra. Quest’ultime servono per poggiare piccole cose oppure oggetti di design.
  • Accessibile ai portatori di handicap, quando è montata sospesa a parete o quando poggia su una struttura con le gambe.
  • Aspetto elegante ed a vista, con linee morbide esaltate dalla sofisticatezza delle strutte sottostanti di appoggio.
  • Spazio sottostante da sfruttare per mettere una cesta portaoggetti.
  • Facilità di pulizia, grazie al fatto che la consolle è fatta tutta dello stesso materiale e non ci sono giunzioni fra gli elementi.
  • Può essere messa una mensola, una cassettiera o un portasciugamani sotto il top.

La consolle bagno offre anche degli svantaggi, quali:

  • È più larga di un lavandino a colonna ed occupa più spazio sulla parete
  • L’ impianto idraulico ed il sifone sono a vista, quindi richiede tubature dalle finiture più belle ma anche più costose
  • I modelli sospesi a parete possono richiedere un’ installazione speciale e non tutti i muri sono adatti a questo tipo di montaggio
  • Meno spazio per riporre oggetti rispetto ad un lavabo incassato in un mobile

LEGGI ANCHE: Come arredare un bagno in stile classico

Quali sono gli elementi da considerare prima dell’acquisto di una consolle bagno?

Prima di procedere all’acquisto della consolle bagno considera i seguenti elementi:

  • Misure: altezza, profondità e larghezza, sono fondamentali soprattutto in un bagno di piccole dimensioni. Alcune consolle sono disponibili addirittura in configurazione doppia, cioè con doppia ciotola del lavandino, extra large con tre o cinque gambe autoportanti per reggere due lavabi.

Se invece la consolle è da incasso su mobile, considera lo spazio che questo occupa sul pavimento. La larghezza di una consolle deve essere di almeno 70 cm. ma, naturalmente, possono raggiungere larghezze molto superiori, soprattutto quando parliamo dei modelli a doppia vasca.

  • Stile. Meglio optare per una consolle in stile tradizionale o in stile contemporaneo? Le tipologie di consolle bagno presenti sul mercato sono numerose. Avrai l’imbarazzo della scelta, tra forme originali, linee più o meno classiche e design capaci di reinterpretare la loro funzione in chiave ultramoderna. La scelta dipende anche dallo stile generale che hai pensato per il tuo bagno, se non addirittura per la tua casa.

La forma della ciotola del lavandino può essere rettangolare, ovale o semicircolare: di solito le consolle si inseriscono in bagni in stile classico. Le forme rettangolari si sposano perfettamente con un design minimal e più moderno.

Il lavabo e la superficie tutt’intorno sono un pezzo integrato, ma le personalizzazioni sono tante ed in alcuni design estremamente ricercati il lavabo è un pezzo unico posto sopra un ampio piano d’appoggio.

Di grande effetto sono le consolle che poggiano su basi minimal composte da una struttura a due gambe con finiture in bronzo. Perfette per un bagno in stile industrial.

Le consolle sospese sono l’ideale per arredare il bagno in stile contemporaneo, soprattutto se sono realizzate con forme compatte e linee pulite e semplici. Questa soluzione è indicata soprattutto per bagni di piccole dimensioni, perché le consolle sospese li valorizzano al massimo.

  • Gambe. Nei modelli autoportanti, le gambe sottostanti alla consolle sono un elemento da considerare con attenzione nella scelta, in particolare il materiale con il quale sono realizzate. Una consolle con le gambe in metallo come ottone, ferro battuto ed altri materiali è la scelta più comune. Ma puoi optare anche per strutture in legno o dello stesso materiale del piano di lavoro, come porcellana vetrosa, argilla refrattaria o addirittura marmo.
  • Montaggio. Il montaggio delle consolle bagno è piuttosto semplice. Esse possono essere montate a parete in sospensione, oppure freestanding, cioè poggiano su una struttura con due o quattro gambe.

Un montaggio a parete richiede un’installazione più complessa che prevede l’utilizzo di staffe ed appositi fissaggi. Non tutti i muri sono in grado di sostenerla, a meno che non vengano effettuati prima dei lavori di rinforzo.

Il corpo della consolle, infatti, è piuttosto pesante, per questo motivo il montaggio deve essere combinato con strutture che prevedono gambe di sostegno dalle linee di design più disparate.

Le consolle freestanding o  quelle incassate in un mobile da bagno invece non hanno bisogno di alcun lavoro di muratura.

Devi arredare il tuo bagno di piccole dimensioni e non sai come procedere? La consolle bagno è la soluzione ideale per te. Scopri perché!

Comments

comments

Rossana Nardacci

Social Media Manager e Web Editor con maturata esperienza nel campo della scrittura. Laurea Magistrale in Informazione, Editoria e Giornalismo presso L’Università Roma Tre. Corso di Social Media Marketing&Social Listening presso Bloo Srl di Pescara abilitante alla professione di Social Media Manager, professione che svolgo attualmente collaborando con diverse web agency. Mi occupo principalmente di Content Marketing e Social Media Marketing per aziende e liberi professionisti, redigo testi Seo Oriented e curo le strategie per blog aziendali. Sono Docente di corsi di Social Media Marketing per aziende e futuri professionisti.