Ristrutturazione – Pagina 9 di 17 – Ristruttura Interni
  • +328 2883309
  • info@ristrutturainterni.com

Ristrutturazione

isolamento-pareti-interne

Isolamento pareti interne

Desideri incrementare il comfort abitativo all’interno della tua abitazione? Allora è necessario vivere in un ambiente con un buon livello di temperatura e umidità. A nessuno piace l’idea di stare in una casa troppo fredda d’inverno e troppo calda d’estate, per questo portiamo al massimo il riscaldamento invernale e il condizionamento estivo , senza per altro riuscire a trovare un giusto comfort termico.

isolamento-pareti-interne

Questo accade perché, in gran parte delle abitazioni presenti nel territorio italiano, non sono stati previsti degli adeguati piani di coibentazione termica. La casa dove vivi è soggetta a scambiare il calore prodotto verso l’esterno attraverso le pareti e il tetto ( se all’ultimo piano o se una casa indipendente). In assenza di un adeguato sistema di isolamento termico in queste abitazioni si finisce con lo scaldare l’aria circostante alla casa.

Ecco perché realizzare l’isolamento delle pareti interne può aiutare a risolvere questo problema. Si riuscirà finalmente a mantenere costante il livello di calore all’interno della casa, impedendo il fenomeno della dispersione termica che, in alcuni casi, può arrivare fino a 5 gradi centigradi di differenza dalla mattina alla sera!

Questa pratica conviene nel momento in cui si hanno delle vecchie abitazioni che non hanno previsto in origine, la presenza di un adeguato sistema di coibentazione termica. Conviene realizzarla soprattutto in quegli edifici provvisti di intercapedine, con la presenza, quindi, di muri esterni a cassa vuota (case singole, appartamenti di un condominio, ville o villette, uffici).

Realizzare un isolamento termico in un appartamento provvisto di intercapedine è oggi facile, veloce, economico e non comporta disagi per gli abitanti della casa e tutto questo è possibile in un solo giorno di lavoro!

Come avviene l’isolamento termico delle pareti interne

Nel momento in cui si è verificata la presenza di un intercapedine all’interno della casa, si può effettuare la coibentazione interna tramite il metodo dell’insufflaggio, ossia procedendo all’inserimento di un materiale isolante che viene letteralmente insufflato all’interno degli spazi vuoti delle pareti interne, permettendo, così, di avere in pochissimo tempo un appartamento dove è minimizzato lo scambio di calore con l’ambiente esterno.

Per realizzare questo intervento non è necessario utilizzare opere murarie, ponteggi o permessi di alcun tipo, sarà sufficiente seguire queste semplici fasi:

  • Apertura dei fori della parete da coibentare, con buchi del diametro di circa 3 centimetri ed equidistanti tra di loro. All’interno di essi verrà insufflato il prodotto isolante (lo studio della disposizione dei fori è realizzato con accuratezza nella fase di preparazione).
  • Insufflaggio del prodotto isolante all’interno dello spazio vuoto ( la scelta dell’isolante da insufflare è di fondamentale importanza) dal basso verso l’alto, poi dai fori centrali fino a quelli superiori, fino al completo riempimento di tutte le zone vuote e negli angoli. In breve tempo il prodotto solidificherà in modo compatto, senza lasciare alcun residuo.
  • Chiusura dei fori. In questo modo non si noterà nulla del precedente lavoro.

L’isolamento termico delle pareti interne conviene perché veloce (basta una singola giornata lavorativa), economico rispetto all’utilizzo di un cappotto termico esterno, con la possibilità di ottenere un risparmio sensibile per il minor dispendio di energia elettrica e con la possibilità di ottenere una detrazione fiscale assicurata per tutti gli interventi di riqualificazione energetica pari al 65%.

Ti raccomando, per realizzare questo tipo di intervento, di non ricorrere alla prima azienda che capita, ma di affidarti a professionisti di comprovata bravura ed esperienza; il team di Coibentare Casa è la scelta giusta.

Isolare la tua casa è un investimento sicuro non una spesa come erroneamente molti pensano!.

Piatto-doccia-finestra

piastrelle bagno

Le piastrelle del bagno sono il principale elemento che caratterizzano lo stile dell’ambiente, è importante scegliere quelle più adatte ai propri gusti ed esigenze estetiche, senza tralasciare le caratteristiche tecniche che determinano la resistenza e la facilità di pulizia.

La scelta delle piastrelle è la parte più divertente e creativa nella ristrutturazione del bagno. Dobbiamo tenere in considerazione che ogni ambiente ha le sue funzionalità per cui il rivestimento per il bagno non sarà lo stesso per la cucina o il salotto perché deve resistere all’umidità tipica di questo ambiente.

Piastrelle-bagno

Scegliere quale tipologia di piastrella è la più adatta per lo stile del tuo bagno non è semplice, esistono svariate forme, colori, dimensioni, spessore e materiali.

  • Forme piastrelle: le piastrelle del bagno possono avere svariate forme, le più utilizzate sono quelle rettangolari e quadrate, anche se in rari casi, in cui si vuole azzardare con un po’ di originalità è possibile optare anche per forme differenti.
  • Colori piastrelle:i colori delle piastrelle sono numerosissimi, anche le fantasie esistenti non sono da meno, c’e solo l’imbarazzo della scelta che generalmente varia a seconda dello stile e delle dimensioni del ambiente.
  • Dimensioni piastrelle: le dimensioni delle piastrelle variano  dai pochi centimetri delle tessere dei mosaici ai 60 e oltre di lato.
  • Spessore piastrelle: lo spessore delle piastrelle è variabile, mediamente si utilizzano quelle che vanno dai 8/10 mm, esistono anche piastrelle di spessore maggiore o minore.
  • Materiali piastrelle: i materiali delle piastrelle del bagno generalmente sono in ceramica ma esistono numerose alternative come il parquet, la porcellana, la pietra o il marmo.

Individuare la giusta tipologia di piastrelle per il bagno non è sicuramente semplice, altrettanto non lo è la posa delle piastrelle del bagno. Pertanto è indispensabile affidare  la posa a professionisti esperti nel campo dell’ edilizia, qualificati e capaci di consigliarti ciò che è meglio per te. Un’ azienda qualificata ed esperta è garanzia di sicurezza e di alta qualità.

Ristrutturazione-sottotetto

Ristrutturazione sottotetto

La famiglia si allarga o in periodo di crisi economica, che lo spazio della casa non sia più sufficiente, c’ è sempre bisogno di più spazio ,un ufficio, una camera degli ospiti, una stanza per i giochi, un angolo guardaroba, uno spazio relax, cosi da soddisfare le esigenze di tutti.

Uno spazio della casa che viene spesso sottovalutato o adibito a ripostiglio è il sottotetto.
Ristrutturare il sottotetto significa non solo avere più spazio funzionale a disposizione, ma significa anche aumentare il valore del proprio immobile, pertanto è un ottima forma di investimento anche grazie agli incentivi fiscali che permettono di recuperare una notevole parte della spesa.

E’fondamentale, affinché il vostro sottotetto sia a norma, affidare i lavori di ristrutturazione ad esperti in campo edilizio, che vi seguono passo passo in ogni operazione, necessaria per trasformare il tuo sottotetto in un ambiente accogliente e confortevole.

Affidare l’ organizzazione dei lavori di ristrutturazione del sottotetto a professionisti qualificati significa evitare i fenomeni di abusivismo edilizio ed avere persone che lavorano per te che controllano se ci sia la presenza dei requisiti necessari e la fattibilità dell’intervento.

Uno dei passi da fare prima dell’ inizio dei lavori di ristrutturazione è creare un progetto di ristrutturazione dell’ ambiente che andrà ristrutturato cosi che non si creeranno malintesi tra l’impresa e il cliente, pertanto saranno chiari per ambedue le parti i lavori da eseguire, i costi per la ristrutturazione del sottotetto e il tempo necessario per realizzare il lavoro.

Ristrutturazione-sottotetto

Il progetto di ristrutturazione facilita molto il lavoro dell’ impresa, individuare quali lavori dovranno essere eseguiti e quali di essi necessitano dei permessi in comune.
Infatti per apportare modifiche strutturali, aprire nuove finestre, modificare la facciata o cambiare la destinazione d’uso dei locali è necessario presentare un progetto al comune per ottenere un’autorizzazione a procedere.

Inoltre, affinché il tuo sottotetto sia a norma deve seguire le normative nazionali, pertanto l’altezza minima dal pavimento deve essere di 2,70 metri per i locali ad uso soggiorno e di 2,4 metri per i locali di servizio, come bagni, corridoi, etc.
Per rendere abitabile il sottotetto è obbligatorio realizzare l’apertura di finestre che garantiscono un’adeguata illuminazione, generalmente scarsa in un ambiente del genere.

perche-installare-impianto-allarme-casa

Perché installare l’antifurto in casa

La sicurezza all’interno della propria casa è un aspetto a cui non si dovrebbe mai rinunciare. Sentirsi protetti all’interno delle mura domestiche è il primo passo per vivere bene.

A tal proposito quando si decide di ristrutturare casa è fondamentale affidarsi ad imprese serie le quali garantiscono ai propri clienti un esecuzione dei lavori in conformità alle norme in vigore.
Sulla sicurezza in casa non bisogna mai risparmiare infatti solo un’azienda di professionisti nel campo della ristrutturazione è in grado di darti attraverso la propria esperienza i consigli più adeguati alle tue esigenze.

Pertanto se dici di ristrutturare casa ti consiglio sempre di prendere una qualsiasi decisione in prospettiva della tua sicurezza tra le mura domestiche, mettendo cosi in secondo piano la parte economica perché sentirsi protetti nella propria casa non ha prezzo.

perche-installare-impianto-allarme-casa

La sicurezza domestica si distingue in attiva e passiva:

La prima, quella attiva, è costituita da tutti i sistemi d’allarme e di video sorveglianza installati normalmente negli appartamenti.
Per sicurezza passiva, invece, si intendono tutti quegli accorgimenti o elementi funzionali a creare un deterrente alle intrusioni improprie da parte di estranei in casa.

Tra le tipologie di sicurezza passiva si trovano ad esempio le porte blindate, le finestre con chiusure di sicurezza le inferiate che sono la precauzioni base da adottare per prevenire i furti e le intrusioni di malintenzionati.
Tuttavia l’esperienza ci insegna che le porte blindate non bastano a fermare i ladri più determinati i quali attraverso ausiliari di vario genere riescono comunque a intrufolarsi.

Tra le tipologie di sicurezza attiva trovi gli antifurti. L’antifurto è un sistema elettronico anti intrusione. Solitamente si distingue tra antifurti con sensori collegati via fili, ovvero cablati, e sistemi antifurto non collegati con fili, ma dotati di trasmissione wireless.

Esistono inoltre due tipologie diverse di protezione,  quella  perimetrale e quella volumetrica.

La protezione di tipo perimetrale viene applicata solo per l’esterno della casa ed entra in funzione nel caso in cui malviventi aprono porte o infissi. Nel momento in cui un ladro apre una finestra, scatta automaticamente la sirena.

La protezione di tipo volumetrico consiste nell’ installazione di speciali sensori in diversi punti ritenuti opportuni all’ interno della casa, in grado di rilevare la presenza di una persona, un movimento o anche solo una temperatura corporea, attivando la sirena o se provvisti anche il collegamento con le forze dell’ordine.

Tu quale tipo di allarme hai deciso di installare in casa tua?

Tempi-esecuzione-lavori

Tempi esecuzione lavori

Avere le idee chiare su quali tipologia di ristrutturazione effettuare al interno della propria casa è il primo passo da fare quando si sceglie di ristrutturarla. Individuare la tipologia di lavori da eseguire , i materiali da utilizzare, i colori, le rifiniture ecc.. è senz’altro indispensabile per poter collaborare nel migliore dei modi con l’impresa che eseguirà i lavori in casa tua.

Effettuare una richiesta di preventivo è indispensabile per il cliente e per la ditta che eseguirà i lavori, ma non tutti i preventivi sono uguali infatti a seconda del tipo di richiesta, se più o meno dettagliata le imprese effettueranno una diversa tipologia di preventivo. Pertanto più accurata sarà la richiesta altrettanto lo sarà il preventivo.

Anche il sopralluogo è senza dubbio fondamentale prima dell’inizio dei lavori, effettuare un analisi sul campo dello stato della casa è indispensabile in quanto osservare le varie problematiche direttamente sul luogo aiuterà il cliente e l’impresa ad essere più esaustiente in caso di eventuali dubbi.

Tempi-esecuzione-lavori

Durante il sopralluogo il cliente e l’impresa hanno la possibilità di dialogare è di porre le domande che ritengono più necessarie. Una delle domande più ricorrenti che i clienti pongono alle imprese di ristrutturazione è sul tempo di esecuzione dei lavori.

Il tempo di esecuzione dei lavori o il termine dei lavori è un aspetto che preoccupa la maggior parte dei clienti. Un modo per evitare inutili disagi e creare un piano o un progetto di ristrutturazione che chiarisca nei minimi dettagli i lavori che andranno eseguiti. Non esiste un lasso di tempo standard per eseguire i lavori , il tempo necessario per eseguirli dipende da molteplici varianti: la metratura della casa, la tipologia di lavoro, i materiali sono alcuni dei tanti aspetti che determinano la durata dei lavori.

Affidare la realizzazione del progetto di ristrutturazione di casa tua ad una seria ditta di professionisti significa essere sicuri che i lavori  saranno di qualità e i tempi di consegna saranno rispettati scrupolosamente.

illuminazione-camera-da-letto

Preventivo ristrutturazione casa

Sono molte le persone al giorno d’oggi che scelgono di acquistare un immobile datato con l’intento di ristrutturarlo.
Individuare l’impresa giusta per i lavori di ristrutturazione di una casa non è semplice, molte imprese effettuano lavori di ristrutturazione ma non tutte hanno le qualità necessarie per operare in modo serio e professionale cosi da salvaguardare la sicurezza dei clienti.

A tal proposito una domanda che molti si pongo è come scegliere un impresa edile, ho trattato in un precedente articolo questa difficoltosa tematica con l’intento di informare i clienti sul modo più adeguato per non ritrovarsi brutte sorprese.

illuminazione-camera-da-letto
Il primo passo da fare una volta scelto l’immobile è selezionare l’impresa a cui affidare i lavori. La richiesta di un preventivo per la ristrutturazione di una casa è il modo più semplice e veloce per verificare come lavora un’azienda, inoltre ti permette di avere una risposta alla domanda che molti si pongono, quanto costa ristrutturare casa?

Un buon preventivo non deve semplicemente concentrarsi sul costo dei lavori, deve anche descrivere al cliente tutte le operazioni da svolgere per completare il progetto e quali caratteristiche sono necessarie per svolgere il lavoro in modo consono senza problemi.
Per un preventivo soddisfacente alcune volte sono sufficienti le informazioni che il cliente da all’impresa di ristrutturazione, altre volte è necessario effettuare un sopralluogo, cioè analizzare sul campo le problematiche che esistono cosi da trovare la soluzione ideale nel rispetto delle esigenze di ogni cliente.

Un aspetto da non trascurare in un preventivo sono i tempi di consegna infatti questo è un punto che nessuna impresa dovrebbe sottovalutare, è fondamentale concordare sempre prima, assieme al cliente, i tempi necessari per completare i lavori di ristrutturazione, cosi  che sia l’impresa edile che il cliente siano di comune accordo sulla data dell’inizio dei lavori e la data del termine dei lavori. 

Inviare una richiesta di preventivo ad un’ impresa di ristrutturazione è un gesto semplice che ti permette di scegliere l’azienda giusta, in grado di eseguire le tipologie di lavori più adatte alle tue esigenze.

illuminazione-faretti-cartongesso

Pittura lavabile

Decidere di acquistare casa è un passo importante, bisogna valutare molti fattori prima di prendere una qualsiasi decisione. Nella maggior parte dei casi  l’ acquisto di una casa richiede una successiva ristrutturazione, avvolte totale  altre parziale. L’ aspetto cruciale nel momento in cui si decide di ristrutturare casa è avere le idee chiare, dalla tipologia di imbiancatura, allo stile di arredamento della tua casa o al tipo di rivestimento.

illuminazione-faretti-cartongesso

La maggior parte delle persone che si approcciano alla ristrutturazione di casa sanno già a quale genere di arredamento ispirarsi e sono certi di cosa vogliono o desiderano, ed i dubbi sono sui materiali,  colore, composizione ecc.. C’è chi  non ha invece mai pensato a quale arredamento sarebbe più adatto a lui, oppure si trova indeciso sul fare mobili moderni o mobili classici, od altro.

Avere una casa arredata con gusto non è semplice, spesso con poco si corre il rischio di creare disarmonia ed ambienti esteticamente poco accogliente. Per avere una casa ben arredata spesso basta altrettanto poco, infatti certe volte è sufficiente la giusta scelta dell’ imbiancatura per cambiare volto ad un ambiente è creare un atmosfera armoniosa.

Quanto costa imbiancare casa?

 Il prezzo giusto per imbiancare la casa dipende da 3 fattori, il colore, il numero di stanze e se è ammobiliato. Se hai deciso di imbiancare casa devi tenere in considerazione questi 3 fattori senza sottovalutare mai il fatto che è fondamentale affidati sempre a dei professionisti se non vuoi avere brutte sorprese.

Quante tipi di pittura per interni esistono?

I tipi di pittura per interni sono svariati, come ho spiegato in un altro articolo: le pitture trasparenti, le pitture lavabili, le pitture con smalto lavabili, pitture antimuffa ecc..A tal proposito tra i vari tipi di pittura in questo articolo ti descrivo accuratamente le caratteristiche della pittura lavabile.

La pittura lavabile è un tipo di pittura che può essere lavata con acqua e detersivo, è disponibile in confezioni dai 2 ai 15 litri in diverse tonalità di colore, che risulta opaco una volta asciugato ma molto coprente e uniforme.

La pittura lavabile è un tipo di materiale specifico per tinteggiare le superfici di ambienti che si sporcano con facilità come cucine, bagni. E’ invece sconsigliata per superfici esposte alla luce solare diretta o a forti venti, piogge e gelate. Per ottenere buoni risultati la temperatura dell’ambiente di lavoro deve essere compresa tra i 5 e 35 gradi.

I vantaggi della pittura lavabile sono molti: è facile da reperire è inoltre facile da maneggiare e si lava via facilmente con acqua. Lo svantaggio sta nel fatto che, se non si è acquistato un prodotto ottimo, la pittura tenderà a venire via appena si proverà a lavarla.

Oltre a tanti tipi di pittura per interni esistono svariate tecniche di verniciatura delle parete.

Tra le tecniche di verniciatura delle pareti, lo stucco veneziano si contraddistingue per raffinatezza ed eleganza: non è  privilegiato soprattutto in contesti di classe, particolarmente elaborati e ricchi. Dal punto di vista concreto, tale pratica dà come risultato una parete estremamente lucida e liscia.

La tinteggiatura con stucco veneziano, come le altre tecniche di pittura, possiede vantaggi e svantaggi:  é difficile da realizzare, ed ha un costo elevato, d’altro canto è estremamente piacevole da vedere pertanto l’impatto estetico che assicura è di altissima qualità.

ivestimento-bagno-mosaico

Rivestimento bagno mosaico

Scegliere il rivestimento per il bagno richiede particolare attenzione, non tutti hanno le stesse esigenze, pertanto è quasi sempre sconsigliato seguire le ultime tendenze ma focalizzarsi sulle caratteristiche del vostro bagno cosi da poter risaltare al meglio i punti forti e camuffare i punti deboli.
Tuttavia prima di selezionare un elemento per l’arredamento del vostro bagno bisogna tenere in considerazione alcuni punti fondamentali, come i materiali, le forme, i colori, le dimensioni ecc…

Tra le molteplici soluzioni di finitura per il bagno, oltre al gres porcellanato, facciamo una menzione particolare va rivolta al mosaico. È una decorazione artistica di origini molto antiche, caratterizzata da una storia affascinante. Ai giorni nostri si colloca come protagonista di rilievo per la finitura di pavimenti e rivestimenti, assumendo un ruolo di prestigio nel bagno residenziale in quanto riveste un’importanza stilistica intramontabile, nonostante le tendenze legate ai nuovi materiali.

Pertanto in questo articolo vi presento questo tipo di rivestimento, La realizzazione e la posa delle piastrelle in mosaico  è una tecnica antica ma tuttora molto utilizzata.

rivestimento-bagno-mosaico

Che cos’ è il mosaico?

Il mosaico è una tecnica antica che consiste nella decorazione di una superficie attraverso l’accostamento di “tasselli” della stessa dimensione, sono utilizzabili svariati colori e materiali.

I materiali per la realizzazione del rivestimento in mosaico sono diversi:

La ceramica è il materiale più diffuso nel rivestimento in mosaico. Questo materiale ha numerosi pregi, è particolarmente igenico, resistente, durevole nel tempo e anche pratico nella quotidianità.

La resina è un materiale di facile realizzazione, adattabile a molti ambienti, inoltre ha diversi vantaggi è particolarmente resistente all’usura, economico e pratico.

Il vetro dona un grande effetto scenografico agl’ ambienti della tua casa. Questo materiale è adatto agli spazi poco illuminati infatti la luminosità è il suo grande pregio oltre ad essere un materiale riciclabile.

La pietra dona un effetto molto raffinato ed elegante ad ogni area della casa. Tra i diversi materiali utilizzati per il rivestimento in mosaico, quello con la pietra è generalmente tra i più costosi.

Le dimensioni utilizzabile per il rivestimento del bagno in mosaico sono comprese fra (1,0 x 1,0) cm e (2,5 x 2,5) cm per circa 10 mm di spessore (di solito lo spessore delle tessere è compreso fra 4 e 10/11 mm).
Naturalmente più piccole sono le tessere, maggiore è il dettaglio del disegno.

Le forme utilizzate per il rivestimento in mosaico generalmente sono quadrate, il mercato offre anche altre tipologie di formati per assecondare le esigenze e le preferenze di tutti.

Questa particolare tipologia di pavimento e rivestimento è molto versatile infatti è utilizzabile in tutti gli ambienti della casa. le piastrelle in mosaico possono essere utilizzate  per la cucina, il bagno ma anche abbinate ad altri materiali di rivestimento per rendere ancora più speciale l’ambiente. Grazie alle particolari caratteristiche che possiede questa tecnica si possono rivestire molte tipologie di forme anche quelle più tondeggianti.

La posa in opera del rivestimento in mosaico è una tra le più complesse insieme alla posa del marmo. Il mercato offre anche dei particolari fogli sui quali sono già applicate le tessere, sono la soluzione ideale per realizzare intere paretti.
Questi fogli hanno il vantaggio di avere dei tempi di posa notevolmente ridotti a confronto con la posa di comuni mattonelle ma naturalmente sono più limitanti da un punto di vista artistico.

Il rivestimento del bagno in mosaico richiede particolare cura dei dettagli date le piccole dimensioni delle mattonelle, pertanto è indicato rivolgersi a professionisti nel campo che siano in grado di operare secondo le tue necessità.

Lo stile:

Lo stile e il design della casa sono elementi fondamentali per la scelta, perché il mosaico si sposa con tutti gli stili: classico, moderno, country, minimal e così via. Si Può scegliere tra innumerevoli disegni, dimensioni e composizioni inoltre come detto qui sopra si può scegliere tra moltissimi  materiali e miscele diverse, con i decori che meglio si sposano lo spazio e la luminosità dell’ambiente.

Disegni personalizzati
Con il mosaico si può aggiungere un tocco di personalità agli ambienti della propria casa è senza dubbio un modo per renderla speciale e unica. In particolare, il bagno è un luogo cui si dedicano molte attenzioni perché è un angolo in cui ritagliarsi momenti di relax assoluto e sopratutto personale. 
Grazie alle attuali tecnologie produttive e al fatto che da qualche anno gli interior designer e architetti si sono concentrati sull’ambiente bagno come una stanza importante e non solo come un ambiente funzionale. 

E’ possibile realizzare una trama di rivestimento e pavimenti unica, su misura, utilizzando soggetti pittorici, fotografici. Una volta scelto il disegno sarà sufficiente determinare le dimensioni ed il formato delle tessere e i decori al corredo per realizzare un rivestimento davvero unico e personalizzato.

Il tasselli di Mosaico più utilizzati sono da 2cm X 2cm questi tasselli vengono riuniti affiancati l’uno all’altro e vengono legati in fabbrica mediante una rete plastificata che è facilmente maneggiabile dal posatore e che permette allo stesso di tagliare e modificare mediante un “cuter”.

Nel mosaico artistico invece il procedimento di produzione e posa èil seguente:

Una volta deciso il disegno da realizzare si scelgono le dimensioni delle tessere ed i materiali più adatti alla realizzazione, sempre di altissima qualità, ogni singola tessera verrà prodotta in funzione del disegno originale, rigorosamente a mano, assicurando così l’unicità dell’opera finale e il pieno controllo sulla realizzazione del progetto. L’assemblaggio si esegue nel laboratorio, porzionando le singole aree del mosaico, laddove le dimemsioni lo richiedano, per poi unirle di nuovo insieme in fase di allestimento, che può avvenire in ogni parte del mondo.

L’attività svolta per la realizzazione di mosaici artistici non comporta la produzione di nessuna sostanza inquinante, tossica e nociva per l’ambiente, a differenza di come avviene per il bronzo o per il marmo. 

Conclusioni:

Il mosaico nei bagni è una scelta sicura, sempre attuale, che si evolve nel tempo portando a diverse declinazioni e varianti. Quando si decide di realizzare rivestimenti in mosaico la prima fondamentale scelta del colore, che dovrà soddisfare le personali esigenze estetiche nonché quelle legate alle caratteristiche del locale.

Vuoi realizzare un pavimento e un rivestimento son il mosaico nel tua nuova stanza da bagno? Questa soluzione è unica, elegante ed adatta ad ogni tipologia di interni.