Arredamento – Pagina 10 di 11 – Ristruttura Interni
  • +328 2883309
  • info@ristrutturainterni.com

Arredamento

camino

L’antica magia del camino

Riunirsi intorno ad un camino e un piacere d’alti tempi, la fiamma attira lo sguardo, riscalda, comunica alla stanza un ambiente caloroso e intimo, questa è l’antica magia del camino. Tutto comincia con la scoperta del fuoco, da allora il camino ha un ruolo fondamentale per il riscaldamento del nido famigliare. Ho parlato della storia del riscaldamento in un precedente articolo “dalla scoperta del fuoco al riscaldamento a pavimento”.

antica magia del camino

immagine presa da: “1.bp.blogspot.com”

Il camino in casa non ha solo l’aspetto scenografico, i moderni camini sono in grado di produrre aria calda non solo per l’ambiente dove sono istallati ma anche negli altri vani della casa. Le stanze della casa vengo riscaldate tramite canalizzazione, non finisce qui alcuni modelli permettono la produzione di acqua calda.

Il camino oltre a rendere un ambiente accogliente ti permette di risparmiare sul riscaldamento di casa tua, questo perché il legname e il bioetanolo costano meno del gas, per questo il costo del riscaldamento di casa vostra avrà costi minimi.

Per mantenere l’antica magia del camino si può inserire il monoblocco (robusto telaio d’acciaio chiuso da vetro tagliafuoco o rivestito con materiali radianti, ha la predisposizione per l’uscita fumi e il raccogli cenere) in un camino già esistente o realizzarne uno in muratura.


camino moderno

immagine presa da: “img.archiexpo.it”

La combustione del legno consuma metri cubi di aria, sottraendo ossigeno alla stanza, causando una depressione nell’ambiente. Per questo è necessaria una presa d’aria nel basamento del focolare, questa deve essere comunicante con l’esterno.

I bambini quando disegnano la casa: fanno il tetto a punta e il comignolo dal quale fuoriesce il fumo, già da piccoli sanno che il camino deve avere una canna fumaria. La canna fumaria deve garantire un perfetto tiraggio per questo ha delle regole fondamentali.
1) Il raccordo tra cappa e condotto principale deve avere un inclinazione costante (massimo 45°)
2) La canna fumaria deve essere libera da ostacoli (es: alberi, appartamenti).

Il salotto a mio parere è il luogo adatto dove istallare il camino, raccogliersi intorno al camino la sera dopo una giornata lavorativa non ha prezzo, l’antica magia del camino mi fa rilassare oltre a riscaldarmi d’inverno, anche tu sei rapito dall’antica magia del camino?

 

Lascia la tua opinione nei commenti, aiutami ad approfondire questo tema.

homi-stili-di-vista

Homi il salone degli stili di vita

Forse non tutti conoscete Homi la fiera, o per meglio dire il salone degli stili di vita? Homi è la fiera che si svolge a Milano dal 17 al 20 gennaio, il salone degli stili di vita è una grande possibilità per capire come possiamo prenderci cura di noi stessi e della nostra casa.

Onestamente neanche io sapevo di questa fiera, ne sono venuto a conoscenza perché una gentilissima Elena Cattaneo mi ha invitato a partecipare, ringrazio Elena per l’invito.
10 satelliti homi Milano
immagine presa da: “www.fieramilanonews.it”

Il Salone degli Stili di Vita

Homi Milano è la fiera che presenta al grande pubblico i nuovi stili di vita, questa fiera è divisa in 10 satelliti, questa suddivisione rappresenta le 10 visioni dell’abitare e del vivere in casa ecco come si suddivide la fiera.

Living habits

In questo satellite troverete tutto quello riguarda la tavola, cucina e decorazioni ma non solo, sara dedicato anche all’illuminazione da interno e complementi d’arredo, proprio di illuminazione abbiamo parlato qualche settimana fa con “a ogni ambiente la sua illuminazione“.

Fragrances & Personal Care

Avere la casa sempre profumata è un obbiettivo delle casalinghe Italiane, in questo satellite di homi la fiera sulla casa potete conoscere il mondo della profumazione per l’ambiente.

Kid Style

L’arredamento della camera dei bambini può aiutare a crescere i nostri figli nel modo giusto, in un ambiente personalizzato, questo satellite è dedicato solo ai bambini e alle loro esigenze.

Home Wellness

Il sito ufficiale di Homi spiega molto bene questo satellite, In questo satellite è interamente dedicato al vivere bene e alla cura di se.

Garden & Outdoor

Per chi è interessato all’arredamento da eterno questo è il satellite giusto, Offerta di soluzioni per gli esterni della tua casa.

Questi sono solo alcuni dei 10 satelliti presenti a Homi la fiera sulla casa, ho descritto solo quelli che a me personalmente hanno colpito, leggendo la descrizione sul sito ufficiale della fiera.

Homi fieraimmagine presa da: “static.arredamento.it”

Cosa mi aspetto da Homi il salone degli stili di vita?

Sinceramente mi aspetto molto da questa fiera, l’aspettativa è alta perché mi sono informato su questa fiera tramite internet, userò proprio internet per tenervi terrò informati tramite l’hashtag #BeHomi.

Tu parteciperai a Homi la fiera sulla casa? Cosa vi aspettate da questa fiera che si svolge a Milano proprio dove tra qualche mese si svolgerà l’EXPO?

 

Lascia la tua opinione nei commenti, aiutami ad approfondire questo tema.

come-arredare-salotto

Come arredare il salotto

Il salotto è l’ambiente pubblico della nostra casa, raffigura quello che siamo e quello che vorremmo essere, per questo è importante sapere come arredare il salotto.

Arredare questo ambiente non è facile perché il soggiorno ha diverse funzioni. Abbiamo visto che per una buona percentuale di Italiani è diventato anche il proprio ufficio.

Creare angolo conversazione
immagine presa da: “www.pinterest.com”

Il soggiorno è spesso caratterizzato da comodi divani dove chiacchierare, dormicchiare, rilassarsi, giocare con i figli e guardare la televisione. Il divano rappresenta un oggetto centrale nell’arredamento di un salotto.

Quando si parla di arredare il salotto non si può dimenticare la televisione, che è un elemento che non manca mai nel salotto. Per evitare che la televisione diventi l’elemento centrale della stanza è consigliato inserirlo in una nicchia della libreria cosi da farlo confondere con gli altri oggetti.

Vediamo nel dettaglio come arredare il salotto

La metratura delle case è sempre minore perciò il salotto è spesso ristretto. Non cedete alla tentazione di acquistare un divano imponente, inoltre evita di orientare il divano verso la televisione, meglio posizionarlo in modo da favorire la conversazione.

angolo conversazione
immagine presa da: “www.pinterest.com”

La classica poltrona per intenderci quella dei nostri nonni è fuori uso, è consigliabile usare due poltroncine che sono più facili da spostare per creare piacevoli angoli di conversazione con i nostri ospiti, ma anche con i nostri famigliari.

La camera per gli ospiti non esiste più, per ricavare un posto letto per gli ospiti oggi si opta per il divano letto. Una volta la scelta del divano letto era difficile perché bisognava privilegiare la bellezza o la comodità, adesso la scelta è più facile perché si è raggiunto un buon equilibrio tra comodità e bellezza. Non illuderti troppo il divano letto rimane sempre un compromesso perciò è un po scomodo rispetto al divano tradizionale.

Credo proprio che il tuo divano sia rivolto verso la televisione e quest’ultima è l’elemento centrale del tuo salotto, anche tu come me hai nel soggiorno un divano letto?

Lascia la tua opinione nei commenti, aiutami ad approfondire questo tema.

colore-per-stanza

Un colore per ogni parete

La maggior parte delle case sono dipinte di bianco, perché da la sensazione di ordine e pulito. Il bianco è anche il colore che non impegna nella scelta. Le case dipinte totalmente di bianco spesso non hanno personalità.

Un aspetto importante da tenere in considerazione quando si scelgono i colori per le pareti della vostra casa è l’effetto psicologico, infatti i colori influenzano la mente e le emozioni. Alcuni colori danno un senso di caldo, evocando il sole e il bel tempo, altri invece sono freddi.
parete artistica
immagine presa da: “http://www.pinterest.com”

Un aspetto importante da tenere in considerazione quando si scelgono i colori per le pareti della vostra casa è l’effetto psicologico, infatti i colori influenzano la mente e le emozioni. Alcuni colori danno un senso di caldo, evocando il sole e il bel tempo, altri invece sono freddi.

Si può sfruttare questa sensazione di caldo e freddo per rivedere l’orientamento dei locali, perciò è consigliabile utilizzare tonalità calde negli ambienti esposti al nord e tonalità fredde negli ambienti esposti al sole.

I colori e le loro emozioni.

Il rosso è il colore dell’energia, a seconda degli ambienti circostanti può diventare stridente, esaltante o volgare. Questa tinta viene associata al fuoco, all’amore e alla passione.

Il giallo e il colore più chiaro, allegro, radioso e giovane . Accanto al rosa diventa acido, utilizzato con il blu perde molto della sua potenza. Ideale per le stanze dedicate al tempo libero.

Il blu è associato alla tranquillità e all’armonia, favorisce la concentrazione. Si può abbinare facilmente con varie tonalità di verde. La tinta blu ricorda il mare e le notti d’estate.
colore-per-stanza

immagine presa da: “http://studiohomedesign.wordpress.com”
Il verde è un colore armonizzante e curativo, lo associamo alla natura e a quello che la natura ci regala: foglie, foreste ed erba.

L’arancione è il colore più dinamico perché unisce l’allegria del giallo all’azione del rosso. Lo associamo alle arance e alle foglie d’autunno.

Il viola è il colore della segretezza per eccellenza, è nobile ed elegante, infonde un senso di serenità.

Il nero assorbe tutti gli altri colori, perciò può avere l’effetto di una barriera e rendere opprimente l’ambiente.

Ogni colore può rendere diverso qualsiasi ambiente , se dipingiamo la stessa stanza di giallo, verde e rosso avremmo 3 sensazioni ed 3 emozioni completamente diverse.

Qual è il tuo colore preferito? Hai dipinto la casa in modo creativo o sei andato sul classico dipingendola di bianco?

 

Lascia la tua opinione nei commenti, aiutami ad approfondire questo tema.

lavoro-in-casa

La casa ufficio

La crisi ha spinto tanti liberi professionisti a trasferire l’ufficio in casa. La casa è diventata un luogo dedicato non solo agli affetti, alla famiglia e al relax dopo lavoro, ma è diventata a tutti gli effetti un luogo dove lavorare.

La nuova organizzazione sociale ed economica ha portato le grandi aziende a commissionare il lavoro a collaboratori esterni, di conseguenza è aumentato il numero di freelance e di lavoratori autonomi (proprietari partita iva).

casa ufficio
immagine presa da: “http://www.pinterest.com”

Lo studio in camera da letto.

La scrivania sostituisce il comò, sopra la scrivania c’è tutto l’occorrente per lavorare: computer, stampante, telefono e naturalmente in una scrivania non possono mancare libri e disordine, ma non dimentichiamoci che siamo sempre in camera da letto perciò quando avete finito di lavorare riponete tutto il materiale utilizzato in un cassetto appositamente lasciato vuoto.

Lo studio in salotto.

Abbiamo visto che l’ufficio in camera d letto ha una sola soluzione, diciamocela tutta ospitare i clienti in camera da letto non è professionale.

Il salotto essendo un ambiente più grande, ha diverse forme perciò permette svariate soluzioni. L’illuminazione corretta aiuta la concentrazione perciò bisogna dare priorità all’illuminazione di fondo, fornita da apparecchi rivolti al soffitto oppure ottenuta con illuminazione omogenea.

lavoro-in-casa
immagine presa da: “www.pinterest.com”

Ricordati che la tua è una postazione domestica quindi privilegia una scrivania più friendly (calda ) perché la scrivania da manager, per intenderci quella enorme, fredda e asettica non fa per te.

Davvero basta una scrivania, una sedia confortevole, un numero sufficiente di prese della corrente per alimentare i dispositivi necessari e un PC per svolgere il tuo lavoro al meglio? Le distrazioni in casa sono tante e gli orari di lavoro possono essere troppo lunghi, molto flessibili, in un ambiente intimo come la casa c’è spazio anche per l’ufficio? Dunque si può lavorare a casa? Io ho la casa ufficio e devo dire che mi trovo bene.

 

Lascia la tua opinione nei commenti, aiutami ad approfondire questo tema.

tavolino-materiali-riciclati

3 tavolini low cost per il tuo salotto.

Immagino che quando hai letto il titolo hai pensato: “lo guardo ma non metterò mai nessuno di questi tavolini in salotto, la zona giorno è troppo importante per arredarla con un tavolino low cost.”

Non starò qui ad elencarvi i motivi per i quali è importante il tavolino in salotto, è ovvio che è uno dei mobili più importanti della casa.

tavolino cassetti da fratta
immagine presa da: “http://m2.paperblog.com”

Ma cosa vedono i miei occhi? Un tavolino realizzato con le cassette di frutta. Non ti stai confondendo sono proprio 4 casetta di frutta che grazie al riciclo creativo sono state trasformate in un tavolino da caffè.

Che cos’è il riciclo creativo?

Il riciclo creativo ti permette di dare nuova vita a oggetti e materiali destinati alla discarica, per creare mobili e tanto altro a costo zero, è l’ideale per chi vuole spendere poco e gli piace il fai da te.

La fantasia è fondamentale se si vuole arredare la casa con questi oggetti, dare nuova vita ai pneumatici che in apparenza sono “da buttare” non è certamente facile, guardando questa foto vi renderete conto che anche le ruote della vostra utilitaria possono trasformarsi in un tavolino da caffè.

tavolino ruote auto
immagine presa da: “www.pinterest.com”

Non possiamo dimenticarci del pallet, un semplice incrocio di assi di legno, nato per esigenze di imballaggio e trasporto industriale, eletto a icona del minimalismo e del recupero, facili ed economici da reperire, il pallet ha bisogno solo di un vetro per diventare un bel tavolo da caffè per il tuo salotto.

tavolino pallet
immagine presa da: “http://www.pinterest.com”
tavolino pallet senza vetro
immagine presa da: “http://myinteriordesign.it”

 

Metteresti un tavolino realizzato con material29i da riciclo nel tuo salotto? Lascia la tua opinione nei commenti, aiutami ad approfondire questo tema.

Cucina-a-vista-per-un-open-space

Cucina tradizionale oppure open space?

Uno dei principali quesiti che si pone chi affronta una ristrutturazione è questo: cucina tradizionale oppure open space?

Le casalinghe si divido in due schieramenti chi preferisce la cucina tradizionale cioè chiusa da 4 mura dove cucinare e mangiare con la famiglia e chi preferisce l’open space cioè cucinare in salotto, chiacchierare con gli ospiti mentre si prepara da mangiare .

Cucina-a-vista-per-un-open-space
immagine presa da: “fotogallery.donnaclick.it”

Cos’è l’open space?

L’open space non è altro che la zona giorno condivisa, la cucina e il soggiorno in un unico ambiente, la maggior parte delle case moderne hanno la zona giorno in un unico ambiente, questo permette di guadagnare spazio con l’abbattimento del muro che nella cucina tradizionale divide i due ambienti.

Arredare questo particolare tipo di locale, può risultare piuttosto impegnativo poiché occorre avere fin dal principio un’idea molto chiara su dove posizionare le diverse aree funzionali della casa come il soggiorno e la cucina, per questo è consigliato rivolgersi a un professionista che progettino l’ambiente come lo desiderate.

La principale caratteristica dell’open space è la luminosità, perciò le finestre e le tende assumono un ruolo importante, abbiamo visto come le tende possono far sembrare la casa più grande in 5 consigli per far sembrare la casa più grande.

cucina-tradizionale
immagine presa da: “http://www.pinterest.com”

Ecco l’obbiezione che ci pone la regina della casa:

Io sono disordinata e quando è il caso mi piace chiudere la porta della cucina e non si vede il disordine. Inoltre per quanto la cappa funzioni tutto il soggiorno è soggetto a vapori, odori, tutto che si deposita nei divani , nei mobili, nei quadri ed altro. Non tutte le cene sono con persone intime ed allora non mi piace che si veda la padella che frigge , la pentola che bolle mentre siamo seduti in salotto. A meno che mentre cucini stai sempre con la pezza in mano a pulire. Che tortura !

 

Qual è la tua opinione? Preferisci l’open space o la cucina tradizionale? Lascia la tua opinione nei commenti, aiutami ad approfondire questo tema.

come-arredare-bagno-piccolo

Ecco come arredare un bagno di 3,5mq

A Milano, (come previsto dal regolamento edilizio) in un appartamento abbiamo realizzato un bagno completo ini 3,5 mq.

L’idea è stata quella di mantenere invariati i muri e ridistribuire l’ambiente interno in modo da poterlo rendere più funzionale ed accogliente puntando sulle finiture, sulle linee curve e sull’illuminazione. Essendo un ambiente molto piccolo, non è presente alcuna finestra ma un sistema di ventilazione forzata.

come-arredare-bagno-piccolo
immagine presa da: “www.leonimatteo.it”

Doccia

Abbiamo deciso di eliminare la vasca da bagno e realizzare una doccia a pavimento di circa 1 mq divisa dal resto dell’ambiente da un muretto alto 210 cm e da un anta in cristallo extra trasparente. Data la dimensione dello spazio doccia abbiamo optato per un soffione molto grande che produce un getto “effetto pioggia”.
bagno-prima-dopo
immagine presa da: “www.leonimatteo.it”

Arredo

E’ stato scelto un lavabo tondo (diam. 60 cm) in pietraluce da appoggio su un mobile curvo sospeso da terra realizzato in legno finitura rovere decapato (appositamente trattata la superficie del piano per resistere all’acqua). Per dare un senso di continuità e ottimizzare lo spazio sono state realizzate tre mensole e un mobiletto sempre in legno finitura rovere decapato, inseriti nella nicchia (già esistente). Tutti i mobili sono stati realizzati su nostro progetto da un falegname della Brianza.

Finiture

Per la pavimentazione è stata scelta la lavagna nera nel formato 40×40, mentre per i rivestimenti sono state scelte piastrelle in grès porcellanato (dim 15×45 cm) effetto pietra serena.

Per motivi di spazio sono stati scelti wc ed il bidet in versione “small”, mentre per il riscaldamento è stato installato uno scalda-salviette finitura cromo come la maschera ed i pulsanti per lo scarico dell’acqua.
bagno-sanitari

Illuminazione

Abbiamo previsto due sistemi di illuminazione. Una luce diretta con un punto luce a soffitto centrale e una luce indiretta con dei led a scomparsa nella parte superiore ed inferiore dello specchio e sotto ognuna delle tre mensole.


qual è la tua opinione? Anche tu avresti progettato cosi? Lascia la tua idea nei commenti, aiutami ad approfondire questo tema.

Autore: Vanessa Brusati & Matteo Leoni ARCHITETTI