• +328 2883309
  • info@ristrutturainterni.com

Doccia o vasca?

Doccia o vasca?

Argomento molto interessante questo confronto fra due modi di intendere il bagno e rilassarsi dopo una lunga giornata stressante immersi nelle proprie faccende.
In verità si tratta di un annoso problema, spesso teatro di lunghe discussioni fra coniugi. É un classico che si ripropone: l’uomo vuole la doccia per riuscire ad usufruire prima del divano in soggiorno. La donna vuole ovviamente la sua vasca da bagno. Questo è un luogo comune, ma sono sicuro che sei abbastanza d’accordo.
Se lo spazio è poco e il bagno è uno solo, bisogna fare una scelta. La doccia ovviamente svolge egregiamente il suo compito occupando poco spazio. La vasca da bagno, invece, occupa più spazio ma concede un utilizzo più vasto, come il comodo lavaggio di oggetti, bambini piccoli, animali e molto altro.
In tal senso, è veramente difficile dare torto alle donne quando pretendono la vasca, perché farne a meno diventa difficoltoso per ragioni che esulano dall’igiene personale.

Facendo un pò di storia, la vasca è senz’altro arrivata prima, in sostituzione della vecchia tinozza. Era usata spesso con l’esclusione del bagno, dove si andava unicamente per bisogni fisiologici. Successivamente, si è pensato di evitare di mettere il bagno all’aperto nei cortili o sui terrazzi. É diventata una stanza vera e propria dedicata all’igiene personale, consentendo così una maggiore intimità, importante in special modo per i più introversi.
La doccia arriva solo dopo, quando, per via della frenesia delle giornate in città, cominciava a mancare il tempo per riempire la vasca e sollazzarsi nel bagnoschiuma. Così spesso si usava il doccino della vasca per improvvisare docce che puntualmente allagavano il bagno. A tal proposito, arrivarono le tende per evitare il problema almeno in parte.
Da qui, la doccia divenne di moda e si pensò di sostituire la vasca con i pratici box doccia di varia dimensione. Comodi ed ergonomici, in grado di svolgere il loro compito velocemente e con meno acqua. Ma ora, le cose stanno nuovamente cambiando.

In un’epoca in cui qualcuno sta allestendo una stanza dedicata alla sauna ed al bagno turco, è inimmaginabile che la doccia vada ancora così tanto di moda.
Infatti, i bagni si ampliano sempre di più, lasciando spazio a grandi vasche con idromassaggio e particolari strutture che da vasca da bagno diventano docce e viceversa. Poi ci sono i box doccia ampi, che prevedono trattamenti massaggianti alla schiena, ai glutei ed ai polpacci. Ci sono poi box doccia ancora più ampi dove ci si può sedere, entrare in due, e molto altro.
Il bagno è senz’altro un ambiente in continua evoluzione, dove saremo tutti d’accordo all’unanimità che nel tempo si è sempre migliorato. Si è passati dal solo water ad una stanza super accessoriata con molte comodità.

Chi vince?

In poche parole, vorrai sapere chi vince in questo confronto curioso tra doccia e vasca.
Dare una risposta non è facile, e forse ai giorni nostri è diventato inutile. Perché in molti hanno senz’altro un bagno ben accessoriato nel quale la domanda non trova più un senso. Ancora in molti non hanno spazio per mettere una vasca da bagno, né tantomeno il tempo di fare un lungo bagno.
Detto fra noi quindi, si può concedere la vittoria di misura alla doccia. Occupa poco spazio e consente un uso rapido ed uno spreco decisamente minore di acqua. Cosa che in un mondo che punta sempre più al risparmio energetico deve essere tenuta in considerazione in modo assolutamente rilevante.
Le docce moderne inoltre, essendo più ampie, sono costruite con l’idromassaggio, e consentono anche il lavaggio di oggetti o animali senza fare disastri.

Comments

comments

Simona