• +39 328 2883309
  • info@ristrutturainterni.com

Blog

rampa-box

Primi passi da compiere quando si acquista una casa

Nella fase di acquisto di una casa molti di noi preferiscono un immobile da ristrutturare piuttosto che comprare un immobile di nuova costruzione.

Siamo riusciti finalmente ad acquistare una casa fuori città, la nostra casa dei sogni, fuori dal tran tran quotidiano e in mezzo al verde, con il nostro angolo di paradiso, dove ritagliare i momenti di relax e tranquillità.

rampa-box
Abbiamo però bisogno di fare una bella riorganizzazione perché i precedenti proprietari non hanno curato troppo l’aspetto della casa, oppure semplicemente vi sono dei particolari che non sono di nostro gradimento, e quindi iniziamo a fare un piano di tutti i lavori che è necessario fare.

Questo processo non è un intervento da poco, si tratta di un lavoro impegnativo che ha bisogno di un buon investimento di denaro e di tempo.
Le prime cose che dobbiamo verificare sono lo stato del tetto, uno dei lavori più costosi da eseguire, controllare gli impianti elettrici e idraulici per verificare che non siano troppo usurati ed eventualmente sostituirli, e infine verificare che le fondamenta della casa siano state costruite in modo tale da garantire sicurezza.

Il nostro desiderio è di rendere l’abitazione degna di un casale toscano, e allora optiamo per la scelta di materiali in pietra, dando all’ambiente uno stile rustico e attuale allo stesso tempo.

Verificate queste cose, e accertato che la casa sia sicura andiamo a vedere le scelte degli arredamenti interni, che non avranno mai fine, perché si sa, cambiamo spesso idea e col tempo cerchiamo sempre di dare un nuovo tocco alle nostre stanze, quindi ricordiamoci che abbiamo acquistato una casa con giardino e vediamo di considerare anche l’esterno, che sarà luogo da vivere in egual misura.

Il progetto di un giardino non dovrebbe essere di minor importanza rispetto agli spazi interni, cioè dovrebbe avere un’organizzazione degli spazi, può essere usato per creare delle stanze fuori rendendo la vita funzionale all’aperto.

Consideriamo, oltre il verde, delle zone pavimentate per fare un salottino, una zona barbecue, ma anche un vialetto per il passaggio carrabile e pedonale.
Se ancora non abbiamo avuto modo di valutare diamo uno sguardo al sito di pavimentazioni esterne Fratus .

Chiediamo se possibile di farci fare un progetto creando un ambiente moderno ma che allo stesso tempo ci trasmetta la magia del passato.

Alfons Pepaj
mutuo ristrutturazione

Il risparmio con il fai da te

Le nostre case necessitano continuamente di manutenzione e nuovi lavori e, perché no, di un rinnovo periodico. Nel tempo possono verificarsi alcuni guasti, come infiltrazioni dalle pareti interne, usura degli infissi o delle porte, guarnizioni dell’impianto idraulico che si sbriciolano, la serratura che si rompe, oppure semplicemente vogliamo cambiare dei vecchi complementi d’arredo solo perché ci siamo stufati e vogliamo dare una nuova immagine alla nostra abitazione.

mutuo ristrutturazione

Spesso per queste faccende ci dobbiamo rivolgere a persone competenti che svolgono i lavori in maniera professionale, ma delle volte vorremo fare tante di quelle cose che alla fine risulterebbe molto oneroso.

Proprio da queste esigenze nasce l’idea del fai da te. Perché non provare a mettersi all’opera nel tempo libero e realizzare autonomamente tanti di quei lavoretti che migliorerebbero la casa?  

Molte volte non pensiamo di essere in grado di svolgere queste attività perché fino ad ora ci sembravano complicate, ma oggi possiamo trovare in rete tantissimi tutorial che ci spiegano come poter affrontare dei lavori passo per passo. Esperti, e non, si mettono a disposizione di noi comuni mortali, che in quanto a manualità siamo pari a zero!

Tutorial non solo per riparare o aggiustare oggetti, ma vere e proprie guide anche per costruire qualcosa dall’inizio alla fine, oppure, per le persone più estrose, suggerimenti per creare oggetti utili anche con poco.

Se abbiamo l’input e vogliamo imparare a riparare la nostra casa da soli o realizzare oggetti con il bricolage non dobbiamo far altro che armarci di materiale e attrezzi vari.

Dove possiamo trovare tutto quello che ci serve?

Semplice, basta andare nei punti vendita specializzati nel fai da te e bricolage. Troveremo tutto ciò che ci serve: utensili e ferramenta, porte, scale e finestre già pronte da montare, vernici, decorazioni, stufe e climatizzatori, prodotti per il bagno, per la cucina, per il giardino e il terrazzo, per l’elettricità, l’illuminazione e per l’idraulica.

Potrete vedere tanta di quella roba che pensavate di non poter trovare, tipo la guarnizione del tubo di scarico del lavandino che pensavate di dover cambiare per intero.

Recatevi in uno dei tanti negozi dedicati, come per esempio Leroy Merlin, e troverete persone disponibili ad aiutarvi nelle vostre esigenze, che vi proporranno dei prodotti economici e innovativi. Potrete risparmiare migliorando l’ambiente in cui vivete e dare un tocco di personalità alla cucina o alla stanza da letto dei bimbi.

Non resta che metterci all’opera.

Alfons Pepaj
bidet-catalano-a-muro

Quanto costano i sanitari del bagno?

L’igiene è importante, per questo motivo stai pensando di ristrutturare il bagno. Stai acquistando casa ed il bagno è il primo ambiente sul quale hai pensato di intervenire. A questo punto è importante informarsi su quanto costano i sanitari del bagno. Prima di affrontare l’argomento del prezzo dei sanitari bisogna avere le idee chiare su come arredare il bagno, insomma bisogna trovare la soluzione più soddisfacente ai nostri occhi per questo ambiente.

bidet-catalano-a-muro

Una volta scelta la disposizione dei sanitari e la posizione degli stessi dobbiamo scegliere lo stile che più ci piace. Solo in un secondo momento dobbiamo scegliere il materiale con il quale è composto il piatto doccia, può essere in resina (spessore 3 cm piu la piletta da 8cm) in tanti casi questi piatti doccia possono essere posati a filo pavimento. Il piatto doccia in ceramica invece ha uno spessore di almeno 8 cm, per questo motivo è molto difficile posarlo senza lasciare un gradino all’ingresso della doccia. 

Una volta scelto il piatto doccia non resta che scegliere i sanitari, questi hanno un importanza fondamentale per la funzione che svolgono e da un po di tempo a questa parte anche una funzione di design.

Oggi sul mercato ci sono tantissimi modelli di sanitari, sia sospesi che a pavimento, per questo motivo è importante scegliere i sanitari solo dopo che li si è visti e toccati con mano, gli showroom di arredo bagno solitamente hanno una vasta esposizione di sanitari. 

Ma arriviamo alla domanda che ti frulla per la testa, quanto costano i sanitari del bagno?

Per quanto riguarda i sanitari a pavimento si parte da un prezzo di 80€ in su, naturalmente quasto è il prezzo del singolo sanitario escluso il coprivater, percio in costo per i due sanitari e il coprivater è di 200€ . Questo è il prezzo meno caro sul mercato, guardando su internet ci sono anche sanitari che costano meno ma la loro qualità equivalente al prezzo che li si paga.

Per i sanitari sospesi invece bisogna aggiungere le staffe per reggere i sanitari, i quali costano intorno ai 60€, il singolo sanitario in questo caso costa minimo è di 100€ a sanitario percio il due sanitari, coprivater e le staffe il costo si aggira intorno ai 320€.

Conclusioni:

I sanitari sono l’oggetto più importante in un’abitazione, sono fondamentali per la corretta igiene e in questi ultimi anni hanno un dimostrato che possono essere anche belli esteticamente. 

Alfons Pepaj

Sostituire la vecchia vasca da bagno

È arrivato il momento di sostituire la vasca da bagno scheggiata, rovinata oppure bucata e dobbiamo scegliere tra le varie opzioni, quella più adatta alle nostre esigenze, senza demolire il nostro bagno.

Vediamo la soluzione ideale, che possa ottimizzare il rapporto tra la qualità e il prezzo del lavoro.

sostituzione-vasca-da-bagno

Sorge la necessità di eliminare la vecchia vasca sostituendola e scegliendo quella nuova per dimensione, colore, materiale e forma, senza rovinare i rivestimenti e, perché no, aggiungere dei particolari comfort come l’idromassaggio.

Facendo questi lavori serve solitamente cambiare anche la colonna di scarico, quindi il sifone del troppopieno che, col tempo si sarà ostruito, e assicurare alla vasca un ottimo flusso di scarico con delle nuove tubature che magari abbiano un’azione autopulente.

La sostituzione della vasca può essere fatta con dei semplici passaggi, per prima cosa andrà tagliata la vecchia in prossimità delle tubazioni che dovranno essere sostituite, in seguito si distribuirà uno strato di schiuma poliuretanica adesiva per far aderire perfettamente la nuova alla quale, dopo averla posta, sarà dato uno strato di pasta sigillante che garantirà aderenza e impermeabilità.

Pare facile, ma se non si ha manualità in queste operazioni, è il caso di rivolgersi a un esperto che svolga al meglio il lavoro, onde evitare di danneggiare i rivestimenti o non eseguire correttamente il montaggio.

Per completare l’installazione di una nuova vasca è molto importante scegliere dei miscelatori adatti, perché, in effetti, molte persone associano il rubinetto alla sola funzione di riempimento della vasca, ma questi hanno funzioni diverse.

Possiamo scegliere di adattare il miscelatore della vasca prendendolo uguale a quelli già presenti nel bagno, oppure scegliere una nuova rubinetteria per tutto il bagno.

La scelta della rubinetteria bagno è molto vasta, cerchiamo per prima cosa qualità, dopodiché scegliamo le soluzioni più funzionali e piacevoli, tra miscelatori a muro o esterni, a cascata, a doccetta o a colonna doccia; oppure quadro o tondeggiante, vintage o moderno, cromato o in ottone anticato.

Sono tanti i miscelatori che possiamo scegliere per funzionalità e facilità di utilizzo e tanti i rivenditori presenti sul mercato che ci offrono questo tipo di prodotti.

Alfons Pepaj
doccia-bidet-milano

Preventivo mutuo ristrutturazioni

Richiedere un preventivo mutuo è spesso il primo step per far fronte a spese eccessive da sostenere, ma necessarie. Valutare preventivi differenti permette di scegliere l’istituto più conveniente a seconda delle proprie esigenze. Grazie alle nuove tecnologie è possibile conoscere da casa, attraverso la consultazione di piattaforme on – line, le soluzioni proposte dalle principali banche, che saranno pronte ad offrire le migliori agevolazioni e a proporre la soluzione più adatta al cliente. Infatti basta completare una semplice scheda, in cui inserire le informazioni relative al mutuo e tutte le informazioni personali necessarie, per ottenere in breve tempo i diversi preventivi.

doccia-bidet-milano

Il miglior preventivo mutuo ristrutturazioni si trova online

Di frequente i mutui vengono richiesti quando è necessario ristrutturare un immobile ma non si ha a disposizione il denaro sufficiente a coprire le spese, proprio per questo è possibile richiedere un finanziamento per far fronte ai costi di ristrutturazione. Per ottenere il preventivo mutuo ristrutturazioni on – line basta inserire i principali dati che permettono di identificare il cliente tipo e la tipologia di lavori. Dalla simulazione all’atto di mutuo vero e proprio le cose cambiano: bisogna fornire tutta la documentazione di cui la banca ha bisogno per poter concedere un mutuo relativo alla ristrutturazione dell’immobile.

Mutuo ristrutturazioni, dal preventivo alla stipula

Infatti, in alcuni casi si tratta di manutenzione ordinaria, che comporta l’intervento su edifici già esistenti o su parti limitate di essi, quindi alla banca basterà conoscere esclusivamente il preventivo presentato dalla ditta assunta per effettuare i lavori. In altri casi può trattarsi di manutenzione straordinaria, per la quale è necessario presentare alla banca non solo il preventivo della ditta, ma anche il progetto edilizio con la domanda di autorizzazione edilizia del Comune di residenza o con la domanda di inizio attività. Infine possono esserci casi di ristrutturazione edilizia con grandi opere, che comporta il cambiamento della struttura, per cui è necessaria una concessione edilizia e un versamento al Comune, mentre alla banca devono essere presentati il preventivo di spesa, la concessione edilizia e la ricevuta del versamento al comune. Una volta ottenuto il mutuo dall’istituto di credito, si può scegliere la formula di erogazione del capitale, che può avvenire con un’unica soluzione, modalità utilizzata prevalentemente nei casi di manutenzione ordinaria e il mutuo arriva fino a 70000 euro, oppure si può scegliere il mutuo erogato allo stato di avanzamento dei lavori, in questo caso si tratta di lavori di grande entità che necessitano di un capitale superiore a 70000 euro. Con l’articolo 16-bis del DPR 917/86 viene disciplinata la detrazione fiscale per ristrutturazione edilizia, agevolazione divenuta permanente con il ddl n.201/2011 e detraibile dall’Irpef. Tale detrazione ammonta al 36% delle spese sostenute, per un massimo di 48000 euro per unità immobiliare. In questo modo ristrutturare casa non è stato mai così semplice.

Alfons Pepaj
epoca-vasca-con-piedi

Ristrutturazione del bagno in poche mosse: i consigli per realizzarla al meglio

Ti sei mai chiesto quanto sia complessa la ristrutturazione del bagno? Si tratta di una zona della casa particolarmente importante, che deve tenere conto di numerosi fattori, partendo dalla scelta dei migliori materiali e passando per le dimensioni complessive della stanza.

Di seguito elencheremo alcune delle principali problematiche di cui tenere conto, considerando che le eventuali migliorie e cambiamenti possono essere apportate a seconda del gusto personale.

Sarà importante anche affidarsi a professionisti del settore per l’acquisto di ogni singolo prodotto per il bagno, come nel caso della ditta Acquablu, nata in Provincia di Piacenza e solida realtà nel settore dell’arredamento bagno da oltre 20 anni.

epoca-vasca-con-piedi

Tempistiche e fasi di lavorazione di un bagno

Il piano complessivo che porta alla ristrutturazione del bagno deve essere sempre preceduto da una riflessione accurata sulle tempistiche di lavorazione, che spesso non vengono adeguatamente considerate con il rischio di ritrovarsi con degli intoppi.

L’errore più comune è quello di pensare che la dimensione più o meno piccola della stanza possa far diminuire velocemente i tempi di lavorazione.

Si tratta di un pensiero inesatto, in quanto è proprio in un bagno piccolo che si deve procedere con cautela, scegliendo tutti i mobili e i complementi di arredo con la massima cura; ricordiamoci che alcuni modelli non potranno essere scelti proprio a causa della ridotta dimensione della stanza.

Prendere le misure di ogni spazio ed elemento è, quindi, importante e da non sottovalutare, non dimenticando anche altri aspetti come le tempistiche per ordinare i vari articoli e per la loro installazione.

Non dimentichiamoci anche delle possibili modifiche che possono essere apportate alla pavimentazione del bagno, che può essere sostituita integralmente o in parte.

Non appena effettuate queste modifiche è importante considerare gli inserimenti per le tubazioni, prestando particolare attenzione a quelle più nascoste.

La modifica dell’impianto idraulico si rende necessaria nel momento in cui si vanno ad inserire dei nuovi modelli di sanitari o vasche da bagno, dove possono essere previste delle differenti attaccature. Prestiamo sempre attenzione alla scelta dei materiali migliori per non dover ricorrere a successive riparazioni nel tempo.

La scelta degli articoli per il bagno

Una volta terminate queste modifiche occorre inserire i vari mobili e complementi cercando di riempire gli spazi in maniera armonica, senza creare un ambiente disordinato o caotico, che va a seconda della dimensione della stanza.

Partendo dalla scelta dei sanitari, il mercato offre numerose tipologie da poter considerare; interessanti sono sicuramente i sanitari sospesi, che si diversificano da quelli tradizionali proprio per il fatto di non appoggiarsi a terra, rimanendo ben fissati al muro con un apposito sostegno a staffe.

Si possono scegliere anche dei sanitari installati con una certa distanza dalla parete, o anche sanitari a filo parete, articoli interessanti che daranno sicuramente un buon tocco di stile al tuo bagno, con una scelta ampia considerando le varie fasce di prezzo.

lavabo-bagno

Passando ai lavabo, possiamo optare per differenti modelli; ci sono quelli sospesi, particolarmente interessanti per chi ama un gusto più retrò, quelli a semincasso, che prevedono un’integrazione armonica tra mobile sottolavabo e lavabo stesso, molto utili per risparmiare spazio, quelli freestanding che possono essere posizionati liberamente, anche al centro della stanza, o quelli più classici da appoggio.

Le tipologie sono, quindi, variegate, e con questi modelli è sempre bene inserire anche dei buoni articoli di rubinetteria, meglio se da marchi affermati nel panorama nazionale come il caso di Paffoni.

Per un piacevole momento di relax, si può scegliere se installare un pratico box doccia, oppure optare per una vasca da bagno di differenti modelli e dimensioni, da quella angolare, più tradizionale, fino a quelle provviste di idromassaggio o anche quelle con piedini, dal gusto un po’ retrò ma che permettono di dare maggior libertà per il suo inserimento, che non deve essere per forza attaccato alla parete.

Per completare il tutto non dimentichiamoci mai di inserire anche quei complementi che hanno comunque una parte importante nell’arredamento del bagno, dal porta asciugamani, al portarotoli, che possono essere accoppiati anche con una pratica piantana, fino ai porta saponette. Ogni elemento può fare la sua parte, l’importante è acquistare quello che è necessario conferendo uno stile scelto sin dall’inizio, in modo da realizzare una stanza dalle linee di design coerenti.

Alfons Pepaj

Schema impianto elettrico

La casa è sicura quando l’impianto elettrico e l’impianto idraulico sono a norma ed in sicurezza, per questo motivo è consigliato intervenire sui due impianti sopracitati quando si esegue una ristrutturazione. In modo da avere uno schema per l’impianto elettrico ed uno per l’impianto idraulico.

Se sei alle prese con il rifacimento dell’ impianto elettrico e desideri ingaggiare un impresa cosi che sia considerato a norma innanzi tutto se è svolto da professionisti esperti e certificati nel settore della ristrutturazione del impianto elettrico ed abbia i requisiti necessari dettati dalla legge.

Schema-impianto-elettrico

Inoltre l’impianto elettrico deve possedere dei dispositivi salva vita(magnetotermici) e  protezione diretta dei suoi componenti. Devono oltre tutto esserci delle vere e proprie barriere che impediscono il contatto fisico con le componenti elettriche e tali protezioni devono essere adeguate all’ambiente in cui sono installate (valutare se l’ambiente è umido, polveroso, molto frequentato ecc).

I cavi conduttori dell’impianto elettrico devono essere sistemati in modo sicuro nelle apposite canaline o murate sotto traccia.
Prese e interruttori dell’impianto elettrico devono essere fissati al muro e coperti con le apposite placche.

Un aspetto da non sottovalutare è la manutenzione cioè mantenere l’efficienza e la sicurezza delle singole parti ciò implica sostituire per tempo le componenti non più funzionanti.

Un aspetto assolutamente da non sottovalutare quando si desidera rinnovare l’impianto elettrico è creare un progetto il quale, attraverso la planimetria della casa, valuta come deve avvenire l’installazione dell’impianto.

Lo schema dell’impianto elettrico prevede che i vari ambienti e i vari carichi siano divisi in magnetotermici singoli.

  • 1 magntotermioco per le luci
  • 1 magnetotermico per le prese della zona giorno e notte
  • 1 magnetotermico per le prese di servizio
  • 1 magnetotermico per il bagno 
  • 1 magnetotermico per la cucina
  • 1 magnetotermico per il condizionatore
  • 1 magnetotermico per il piano cottura a induzione (sono le caso sia previsto il piano cottura elettrico)

L’impianto elettrico per essere certificato deve avere la massa a terra collegata, Ci è capitato spesso di trovare il filo della messa a terra non collegato al filo condominiale, questo è accaduto in abitazioni che avevano la certificazione elettrica ( è successo 2 volte solo nel 2016).

Una volta terminata l’installazione è fondamentale effettuare il collaudo ciò significa valutare l’effettivo funzionamento dell’impianto, successivamente, un professionista serio, deve rilasciare la certificazione dell’impianto.

Alfons Pepaj

Colori pareti bagno

Il bagno è l’ambiente  della casa destinato al relax, al benessere e alla cura del proprio corpo. Deve essere uno spazio studiato per ogni singolo individuo nel rispetto delle sue esigenze. Il colore delle preti del bagno influisce dal punto di vista psicologico le persone. A seconda delle cromie che scegli per le pareti del tuo bagno l’ effetto creato sarà differente.

L’influenza dei colori sulla psiche è un fenomeno sperimentabile quotidianamente e che viene supportato anche da prove scientifiche( un esempio di ciò lo ritroviamo nella cromoterapia). 

piatto-doccia-finestra

Prima di decidere di utilizzare un colore piuttosto che un altro, è bene sapere che esistono tre parametri essenziali che ci possono aiutare ad individuare le tinte più adatte per le pareti del nostro appartamento: Ampiezza, illuminazione, e funzionalità.

I colori sono un elemento determinante nell’arredamento e nella decorazione della tua casa, creano un’atmosfera diversa negli arredi e nelle pareti. Inoltre è fondamentale un’attenta scelta a seconda della destinazione d’uso del locale.

E’ possibile distinguere i colori in 3 grandi categorie, caldi freddi e neutri. I toni caldi causa un aumento della pressione e del battito cardiaco, rendendoci più reattivi ed energetici, quelli freddi, al contrario, sono calmanti e distensivi.

Secondo ciò che ti ho sopra elencato la cosa principale da fare prima di  scegliere il colore delle pareti del bagno è tenere in considerazione l’effetto che possono avere sull’ emotività, infatti è consigliabile non riempire gli ambienti con troppe tonalità poiché con il tempo possono stufare e donare un effetto caotico.  E’ consigliabile invece usarne al massimo 2 o 3 combinandoli in modo equilibrato.

I colori sono strumenti strategici e molto potenti che si possono utilizzare per suscitare emozioni, creare illusioni di spazio e di movimento.Per questo, la psicologia dei colori è un ottimo mezzo per creare una casa bella e sana.

Alfons Pepaj