• +328 2883309
  • info@ristrutturainterni.com

Author Archive Alfons Pepaj

mensola-bagno

Scegliere le mensole per il bagno

Arredare una casa in generale rappresenta un grande impegno in quanto, per ognuna delle diverse stanze, è molto importante curare nel dettaglio ogni particolare. Questo accade anche quando ci si trova a dover arredare il bagno della propria abitazione e tra i diversi complementi d’arredo ecco che una grande importanza va riservata alle mensole la cui scelta, anche in questo caso, va effettuata con attenzione in quanto non solo dovranno adattarsi all’ambiente e quindi allo stile di arredamento scelto ma, allo stesso tempo, dovranno anche adattarsi a quelli che sono gli spazi a disposizione.

Spesso, oltre che per quella che è la loro funzionalità, le mensole vengono anche apprezzate per quella che è la loro valenza decorativa in quanto, se scelte nei giusti colori e soprattutto di qualità e quindi realizzate con materiale buono, faranno in modo di dare risalto alle pareti del vostro bagno.

mensola-bagno

Esistono molteplici tipologie di mensole presenti in commercio e sulle quali appoggiare le vostre creme o qualche trucco, il rasoio oppure ancora delle essenze e candele profumate, tra queste vi troviamo ad esempio mensole in legno o in vetro normale o colorato, poi ancora mensole con led e mensole lavabo su misura oltre che per l’arredo del bagno stesso.

Parlando ad esempio di una mensola sulla quale adagiare alcuni prodotti ed evitare che questi possano cadere, ecco che è possibile fare riferimento ad una mensola in vetro con bordatura in acciaio e proprio tale bordatura farà in modo che i prodotti in questione non cadano.

Nel caso in cui, invece, i prodotti da bagno da sistemare siano molti ecco che potrete optare per la scelta di una mensola a due ripiani che potrebbe anche essere dotata di due aste porta asciugamani. Nel caso in cui la mensola in questione vi servirà invece, più che per adagiarvi creme e oggetti vari da bagno, dei veri e propri complementi d’arredo ecco che potrete scegliere una mensola ad angolo, detta angoliera, che vi permetterà di sfruttare uno spazio che altrimenti andrebbe perso e che, al contrario, potrà dare un tocco di classe in più al vostro bagno.

Va inoltre precisato che esistono dei particolari supporti utili appunto a sostenere mensole e ripiani di vario genere, supporti questi che vengono nello specifico identificati con il termine reggiripiani oppure ancora  reggimensola disponibili in diverse forme, tra queste quella semplice, sferica o triangolare in grado di adattarsi a qualsiasi esigenza.

piastrelle-esterni-quali-scegliere

Piastrelle per esterni, quali scegliere?

La scelta dei materiali per le pavimentazioni esterne, offre una vasta gamma di prodotti che devono però mantenere determinate caratteristiche tecniche.

Un materiale da esterno deve essere infatti, antiscivolo, antigelo, repellente alle muffe, alle macchie e agli sbalzi di temperatura, senza trascurare una notevole resistenza fisica al camminamento e ai pesi.

piastrelle-esterni-quali-scegliere

Il materiale che sceglieremo di utilizzare per i nostri esterni, dovrà poi essere scelto in maniera armonica con le caratteristiche estetiche della casa e dell’ambiente in cui lo inseriamo. Non sarà infatti un belvedere trovarsi di fronte a un repentino cambio di stile, come se non stessimo più parlando di una entità “casa”, ma di due realtà assolutamente diverse.

Gres porcellanato per gli esterni

Uno dei materiali utilizzati per gli esterni è ad esempio il gres porcellanato, materiale noto per l’incredibile resistenza e non soggetto al gelo. I luoghi in cui lo incontriamo più spesso sono: camminamenti, bordi piscina e le aree pavimentate del giardino.

Il gres è poroso e non levigato, questa sua caratteristica lo rende antiscivolo, elemento importante soprattutto per la nostra sicurezza. Il gres è interessante anche sotto il punto di vista estetico, la sua lavorazione infatti dà vita a striature e tonalità, tipiche delle pietre naturali che lo rendono un materiale davvero bello e elegante per i propri esterni. Il gres infatti è capace di simulare l’estetica dei pavimenti naturali, regalando così uno stile particolare all’abitazione.

La scelta del marmo

Un classico che non muore mai, quando vogliamo pavimentare i nostri esterni con una pietra naturale, elegante e dalle caratteristiche strepitose, è il marmo.
Il marmo offre una grandissima resistenza fisica, assieme a innumerevoli resistenze ambientali che lo rendono una pietra straordinaria.

La vera caratteristica è però l’estetica. Il marmo infatti è in grado di dar vita a un effetto visivo unico e inimitabile rispetto ai prodotti sintetici. Il marmo è una pietra nobile, elegante è estremamente riconosciuta, grazie a svariati trattamenti disponibili, è possibile poi migliorare le capacità di repellenza alle muffe e di resistenza al gelo e allo scivolo.

Quando si sceglie il marmo, facciamo una scelta importante per il rivestimento dei nostri esterni, una scelta che sicuramente non rimpiangeremo.

Una soluzione eccellente è il marmo per esterni di Petra, presso questo rivenditore sarà infatti possibile scoprire moltissime varietà, scegliere il proprio marmo travertino e dedicarci finalmente alla pavimentazione dei nostri esterni utilizzando questa splendida pietra, amatissima da tutti i suoi possessori e dalle caratteristiche uniche.

Soluzioni agli inconvenienti dopo la ristrutturazione del terrazzo

Non  so se è capitato anche a voi di iniziare a vedere il pavimento della camera, un tempo perfettamente liscio, che inizia a sollevarsi lievemente. Poi notare strane macchie di umidità sulla superficie inferiore del muro.

Ho imparato a mie spese che queste possono essere avvisaglie da non prendere alla leggera, perché a lungo andare possono creare problemi ben più grandi come la necessità di rifare il pavimento della camera che si è completamente gonfiato, stuccare e dipingere l’intera parete.

guaina_piastrelle_terrazza

Sono stata fortunata perché la radice del nostro problema è stato subito evidente: la terrazza davanti alla camera aveva dei problemi, nella fattispecie doveva essere sostituita la guaina impermeabilizzante e riposato il pavimento.

Una volta compreso il problema, è stato il momento di entrare in azione ed iniziare i lavori di ristrutturazione. Ero molto preoccupata per la polvere che si sarebbe formata in casa e per le pulizie da effettuare giornalmente, al momento ho preferito non pensare a quelle finali, ma devo dire che le mie paure non avevano grandi ragioni di esistere.

Le operazioni di ristrutturazione, infatti, avvenivano nella zona esterna e con le finestre e le porte interne sapientemente chiuse, con una passata di aspirapolvere e di panno leggermente inumidito dopo ogni giornata di lavoro, non abbiamo avuto nessun problema di convivenza con gli acari.

E dopo la ristrutturazione? La ditta che ha operato la ristrutturazione aveva già provveduto alla rimozione dei calcinacci, ma io ho deciso comunque di servirmi di un’abile impresa di pulizia di Roma a cui ho affidato le pulizie successive alla fine dei lavori e non me ne sono pentita.

In pochissime ore la terrazza era perfettamente sgombra da ogni residuo della lavorazione, aspirata dalla polvere, pulita dalle macchie, detersa e brillante. Anche la camera adiacente alla terrazza è stata perfettamente detersa ed era priva di qualsiasi ricordo delle lavorazioni, profumata e pronta ad accogliere i suoi abitanti. Devo dire che ancora oggi godo di quella pulizia iniziale, perché basta davvero poco per tenere puliti ed in ordine locali restaurati in maniera sapiente e puliti in modo impeccabile.

Io mi sono concentrata sulle pulizie del resto della casa che era stata un po’ trascurata nel breve periodo della ristrutturazione e credo di aver deciso per il meglio. Ho capito che ci sono dei lavori che occorre affidare a professionisti per avere la piena certezza del risultato e che  questi professionisti devono essere accuratamente selezionati visto che si occuperanno della mia casa e della mia famiglia. E ho anche capito che non bisogna trascurare un piccolo rigonfiamento del pavimento della camera.

Scaldabagno-A-Gas-Vaillant-outsideMAG

Scaldabagno A Gas Vaillant outsideMAG

Durante la ristrutturazione della tua casa ti sarai sicuramente posto il problema dello scaldabagno, nell’immobile che hai acquistato probabilmente ci sarà già installato lo scaldabagno all’interno dell’appartamento.

Diciamolo, sinceramente all’interno della cucina occupano spazio che potremmo utilizzare per riporci cibo o altro, ed inoltre è sempre pericoloso avere il gas all’interno dell’immobile

Scaldabagno-A-Gas-Vaillant-outsideMAG

Per questo motivo gli scaldabagno di ultima generazione sono pensati per essere installati all’esterno, il Vailant  outsideMAG ad esempio è lo scaldabagno pensato da Vailant per scaldare l’acqua dei sanitari. 

Questi scaldabagno sono semplicissimi da installare. Non richiedono alcun collegamento alla canna fumaria poiché dispongono di uno scarico in facciata già integrato nel pannello frontale (omologazione di Tipo A).

Non solo. I nuovi outsideMAG si contraddistinguono per un design moderno e sobrio che s’inserisce in qualsiasi ambiente esterno. L’esclusiva presa d’aria frontale assicura sempre il giusto apporto di ossigeno per il corretto funzionamento dell’apparecchio donando anche un tocco estetico inconfondibile.

I materiali utilizzati sono particolarmente spessi e pensati per durare nel tempo anche a contatto con le intemperie. Sono disponibili le versioni da 10, 13 e 16 litri al minuto per soddisfare qualsiasi esigenza di acqua calda sanitaria in ambito residenziale.

Quali sono i vantaggi di outsideMAG

Protezione antigelo fino a -15°C (di serie)

Scarico fumi integrato nel pannello frontale

– Nessun collegamento a canna fumaria

– Ripresa aria comburente frontale

– Facilità di installazione

Display multitouch con funzione bathTUBE

– Temperatura costante anche in caso di più prelievi contemporanei

Questa è la domanda che ci viene posta piu frequentemente:

Vorrei mettere un scaldabagno a gas sul balcone, la mia paura e che ghiacci di inverno, come e successo anche se mai capitato a un mio vicino qualche mese fa qualcuno sa dirmi se le cassette copri scaldabagno servono a riparare lo scaldabagno dal gelo? 

Con lo scaldabagno a Gas Vaillant outsideMAG non succederà, di fatto questo scaldabagno è stato realizzato per resistere a temperature fino a -15gradi.  Difficile che in una città come Milano si raggiunga questa temperatura.

Conclusioni:

Questo scaldabagno è ideale per chi ha il balcone a disposizione, in questo modo si guadagna spazio prezioso in cucina.

 

rampa-box

Primi passi da compiere quando si acquista una casa

Nella fase di acquisto di una casa molti di noi preferiscono un immobile da ristrutturare piuttosto che comprare un immobile di nuova costruzione.

Siamo riusciti finalmente ad acquistare una casa fuori città, la nostra casa dei sogni, fuori dal tran tran quotidiano e in mezzo al verde, con il nostro angolo di paradiso, dove ritagliare i momenti di relax e tranquillità.

rampa-box
Abbiamo però bisogno di fare una bella riorganizzazione perché i precedenti proprietari non hanno curato troppo l’aspetto della casa, oppure semplicemente vi sono dei particolari che non sono di nostro gradimento, e quindi iniziamo a fare un piano di tutti i lavori che è necessario fare.

Questo processo non è un intervento da poco, si tratta di un lavoro impegnativo che ha bisogno di un buon investimento di denaro e di tempo.
Le prime cose che dobbiamo verificare sono lo stato del tetto, uno dei lavori più costosi da eseguire, controllare gli impianti elettrici e idraulici per verificare che non siano troppo usurati ed eventualmente sostituirli, e infine verificare che le fondamenta della casa siano state costruite in modo tale da garantire sicurezza.

Il nostro desiderio è di rendere l’abitazione degna di un casale toscano, e allora optiamo per la scelta di materiali in pietra, dando all’ambiente uno stile rustico e attuale allo stesso tempo.

Verificate queste cose, e accertato che la casa sia sicura andiamo a vedere le scelte degli arredamenti interni, che non avranno mai fine, perché si sa, cambiamo spesso idea e col tempo cerchiamo sempre di dare un nuovo tocco alle nostre stanze, quindi ricordiamoci che abbiamo acquistato una casa con giardino e vediamo di considerare anche l’esterno, che sarà luogo da vivere in egual misura.

Il progetto di un giardino non dovrebbe essere di minor importanza rispetto agli spazi interni, cioè dovrebbe avere un’organizzazione degli spazi, può essere usato per creare delle stanze fuori rendendo la vita funzionale all’aperto.

Consideriamo, oltre il verde, delle zone pavimentate per fare un salottino, una zona barbecue, ma anche un vialetto per il passaggio carrabile e pedonale.
Se ancora non abbiamo avuto modo di valutare diamo uno sguardo al sito di pavimentazioni esterne Fratus .

Chiediamo se possibile di farci fare un progetto creando un ambiente moderno ma che allo stesso tempo ci trasmetta la magia del passato.

mutuo ristrutturazione

Il risparmio con il fai da te

Le nostre case necessitano continuamente di manutenzione e nuovi lavori e, perché no, di un rinnovo periodico. Nel tempo possono verificarsi alcuni guasti, come infiltrazioni dalle pareti interne, usura degli infissi o delle porte, guarnizioni dell’impianto idraulico che si sbriciolano, la serratura che si rompe, oppure semplicemente vogliamo cambiare dei vecchi complementi d’arredo solo perché ci siamo stufati e vogliamo dare una nuova immagine alla nostra abitazione.

mutuo ristrutturazione

Spesso per queste faccende ci dobbiamo rivolgere a persone competenti che svolgono i lavori in maniera professionale, ma delle volte vorremo fare tante di quelle cose che alla fine risulterebbe molto oneroso.

Proprio da queste esigenze nasce l’idea del fai da te. Perché non provare a mettersi all’opera nel tempo libero e realizzare autonomamente tanti di quei lavoretti che migliorerebbero la casa?  

Molte volte non pensiamo di essere in grado di svolgere queste attività perché fino ad ora ci sembravano complicate, ma oggi possiamo trovare in rete tantissimi tutorial che ci spiegano come poter affrontare dei lavori passo per passo. Esperti, e non, si mettono a disposizione di noi comuni mortali, che in quanto a manualità siamo pari a zero!

Tutorial non solo per riparare o aggiustare oggetti, ma vere e proprie guide anche per costruire qualcosa dall’inizio alla fine, oppure, per le persone più estrose, suggerimenti per creare oggetti utili anche con poco.

Se abbiamo l’input e vogliamo imparare a riparare la nostra casa da soli o realizzare oggetti con il bricolage non dobbiamo far altro che armarci di materiale e attrezzi vari.

Dove possiamo trovare tutto quello che ci serve?

Semplice, basta andare nei punti vendita specializzati nel fai da te e bricolage. Troveremo tutto ciò che ci serve: utensili e ferramenta, porte, scale e finestre già pronte da montare, vernici, decorazioni, stufe e climatizzatori, prodotti per il bagno, per la cucina, per il giardino e il terrazzo, per l’elettricità, l’illuminazione e per l’idraulica.

Potrete vedere tanta di quella roba che pensavate di non poter trovare, tipo la guarnizione del tubo di scarico del lavandino che pensavate di dover cambiare per intero.

Recatevi in uno dei tanti negozi dedicati, come per esempio Leroy Merlin, e troverete persone disponibili ad aiutarvi nelle vostre esigenze, che vi proporranno dei prodotti economici e innovativi. Potrete risparmiare migliorando l’ambiente in cui vivete e dare un tocco di personalità alla cucina o alla stanza da letto dei bimbi.

Non resta che metterci all’opera.

bidet-catalano-a-muro

Quanto costano i sanitari del bagno?

L’igiene è importante, per questo motivo stai pensando di ristrutturare il bagno. Stai acquistando casa ed il bagno è il primo ambiente sul quale hai pensato di intervenire. A questo punto è importante informarsi su quanto costano i sanitari del bagno. Prima di affrontare l’argomento del prezzo dei sanitari bisogna avere le idee chiare su come arredare il bagno, insomma bisogna trovare la soluzione più soddisfacente ai nostri occhi per questo ambiente.

bidet-catalano-a-muro

Una volta scelta la disposizione dei sanitari e la posizione degli stessi dobbiamo scegliere lo stile che più ci piace. Solo in un secondo momento dobbiamo scegliere il materiale con il quale è composto il piatto doccia, può essere in resina (spessore 3 cm piu la piletta da 8cm) in tanti casi questi piatti doccia possono essere posati a filo pavimento. Il piatto doccia in ceramica invece ha uno spessore di almeno 8 cm, per questo motivo è molto difficile posarlo senza lasciare un gradino all’ingresso della doccia. 

Una volta scelto il piatto doccia non resta che scegliere i sanitari, questi hanno un importanza fondamentale per la funzione che svolgono e da un po di tempo a questa parte anche una funzione di design.

Oggi sul mercato ci sono tantissimi modelli di sanitari, sia sospesi che a pavimento, per questo motivo è importante scegliere i sanitari solo dopo che li si è visti e toccati con mano, gli showroom di arredo bagno solitamente hanno una vasta esposizione di sanitari. 

Ma arriviamo alla domanda che ti frulla per la testa, quanto costano i sanitari del bagno?

Per quanto riguarda i sanitari a pavimento si parte da un prezzo di 80€ in su, naturalmente quasto è il prezzo del singolo sanitario escluso il coprivater, percio in costo per i due sanitari e il coprivater è di 200€ . Questo è il prezzo meno caro sul mercato, guardando su internet ci sono anche sanitari che costano meno ma la loro qualità equivalente al prezzo che li si paga.

Per i sanitari sospesi invece bisogna aggiungere le staffe per reggere i sanitari, i quali costano intorno ai 60€, il singolo sanitario in questo caso costa minimo è di 100€ a sanitario percio il due sanitari, coprivater e le staffe il costo si aggira intorno ai 320€.

Conclusioni:

I sanitari sono l’oggetto più importante in un’abitazione, sono fondamentali per la corretta igiene e in questi ultimi anni hanno un dimostrato che possono essere anche belli esteticamente. 

Sostituire la vecchia vasca da bagno

È arrivato il momento di sostituire la vasca da bagno scheggiata, rovinata oppure bucata e dobbiamo scegliere tra le varie opzioni, quella più adatta alle nostre esigenze, senza demolire il nostro bagno.

Vediamo la soluzione ideale, che possa ottimizzare il rapporto tra la qualità e il prezzo del lavoro.

sostituzione-vasca-da-bagno

Sorge la necessità di eliminare la vecchia vasca sostituendola e scegliendo quella nuova per dimensione, colore, materiale e forma, senza rovinare i rivestimenti e, perché no, aggiungere dei particolari comfort come l’idromassaggio.

Facendo questi lavori serve solitamente cambiare anche la colonna di scarico, quindi il sifone del troppopieno che, col tempo si sarà ostruito, e assicurare alla vasca un ottimo flusso di scarico con delle nuove tubature che magari abbiano un’azione autopulente.

La sostituzione della vasca può essere fatta con dei semplici passaggi, per prima cosa andrà tagliata la vecchia in prossimità delle tubazioni che dovranno essere sostituite, in seguito si distribuirà uno strato di schiuma poliuretanica adesiva per far aderire perfettamente la nuova alla quale, dopo averla posta, sarà dato uno strato di pasta sigillante che garantirà aderenza e impermeabilità.

Pare facile, ma se non si ha manualità in queste operazioni, è il caso di rivolgersi a un esperto che svolga al meglio il lavoro, onde evitare di danneggiare i rivestimenti o non eseguire correttamente il montaggio.

Per completare l’installazione di una nuova vasca è molto importante scegliere dei miscelatori adatti, perché, in effetti, molte persone associano il rubinetto alla sola funzione di riempimento della vasca, ma questi hanno funzioni diverse.

Possiamo scegliere di adattare il miscelatore della vasca prendendolo uguale a quelli già presenti nel bagno, oppure scegliere una nuova rubinetteria per tutto il bagno.

La scelta della rubinetteria bagno è molto vasta, cerchiamo per prima cosa qualità, dopodiché scegliamo le soluzioni più funzionali e piacevoli, tra miscelatori a muro o esterni, a cascata, a doccetta o a colonna doccia; oppure quadro o tondeggiante, vintage o moderno, cromato o in ottone anticato.

Sono tanti i miscelatori che possiamo scegliere per funzionalità e facilità di utilizzo e tanti i rivenditori presenti sul mercato che ci offrono questo tipo di prodotti.